Confiscati alla mafia diventano campi estivi

Il Circolo Arci “Carlo Cafiero” di Barletta ha invitato tutta la cittadinanza ieri sera alle ore 21:00 presso la sede di via Nazareth 40 ad incontrare i volontari dei campi estivi organizzati da Arci, Cgil, SPI Cgil, Flai Cgil e Libera che, dopo una giornata di lavoro sulle terre confiscate alle mafia a Cerignola, sono arrivati a Barletta per un breve tour nella nostra città.

Ogni anno l’associazione Libera – Associazioni, Nomi e numeri contro le Mafie organizza dei campi di lavoro sui beni confiscati alle mafie sparsi in tutta Italia. In Puglia sono tre i campi di Lavoro presenti,a Mesagne, a Bari e a Cerignola, e i volontari arrivano da tutta Italia per aiutare le cooperative che gestiscono i beni e che producono svariati generi alimentari, dall’olio al vino alla pasta.

Nel corso della serata, in collaborazione con i volontari del presidio Libera di Barletta,  i volontari sono stati  protagonisti di un bel momento di socializzazione, per confrontare le esperienze, scambiare informazioni sui temi dell’antimafia ed anche, più semplicemente, scambiare quattro chiacchiere in buona compagnia, con tanta musica e divertimento.

Infine, si ricorda che il 4 agosto alle ore 21 presso il Circolo Arci “C. Cafiero” verrà a trovare il Circolo Arci un secondo gruppo di volontari del campo estivo sui terreni confiscati, organizzato da Arci, Cgil, SPI Cgil, Flai Cgil.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here