Concluso con successo il primo semestre della “Scuola Diocesana di Formazione”

Formare cristiani non solo credenti ma credibili!”. Queste le parole pronunciate da Mons. Giovan Battista Pichierri, il 21 settembre a Trani, durante l’inaugurazione della “Scuola Diocesana di Formazione” che in questi giorni è giunta al termine del primo semestre.

La Scuola Diocesana di Formazione, frutto del primo Sinodo diocesano, è un servizio formativo dell’Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, sotto diretta responsabilità dell’Arcivescovo. L’offerta formativa biennale è diretta a consentire una seria preparazione di base, in campo teologico, culturale, pastorale e socio-politico. Al termine degli studi, l’Arcivescovo rilascia un attestato di formazione in “Cultura religiosa”.

Le sedi ospitanti sono Barletta, Trani, Bisceglie, Corato e Trinitapoli. A Barletta gli incontri, con oltre 200 partecipanti, hanno avuto inizio in data 26 settembre e si svolgono puntualmente ogni lunedì presso la parrocchia S. Giovanni Apostolo.

 Relatore della prima disciplina oggetto del corso, ovvero di “Teologia Fondamentale”, è stato don Vincenzo Misuriello. Partendo dall’interrogativo “Perché credere…?” è stata “spiegata” la teologia (dal greco Teos = Dio e logos = parola) con riferimento al pensiero antico e poi all’età moderna; successivamente approfondito l’oggetto della teologia fondamentale, ovvero la rivelazione, trattato il tema della fede, quale risposta alla rivelazione e chiaramente descritto l’atteggiamento che un buon teologo deve adottare.

Il secondo corso “Introduzione alla Sacra Scrittura” è stato tenuto da don Vito Carpentiere. Ricordando che la Bibbia è “parola di Dio”, è stata palesata l’importanza della corretta interpretazione di essa, attesa l’innegabile distanza tra chi ha scritto i libri biblici e i lettori di tutti i tempi.

Il corso di “Teologia morale fondamentale” è stato tenuto da  don Leo Sgarra. Durante le lezioni è stata approfondita la problematica concernente il rapporto tra la libertà dell’uomo e la verità, cercando di comprendere che la libertà autentica non consiste nel fare qualsiasi cosa o quel che ci piace ma nell’attuare ciò che è giusto, che è vero, che è bene.

L’ultimo corso del primo semestre ha avuto come oggetto la  “Storia della Chiesa” sotto la guida di don Claudio Gorgoglione. Il corso è stato strutturato in quattro momenti che hanno approfondito rispettivamente: la Storia della Chiesa antica, medioevale, moderna e contemporanea.

Da lunedì 6 febbraio, dando l’avvio al secondo semestre, Don Vito Carpentiere sarà relatore della disciplina “I primi passi della fede: dinamiche di annuncio alla luce degli Atti degli Apostoli”.

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here