Comunicato della Segreteria politica di Centro Democratico

Giovedì 12 giugno 2014 viene dato l’avvio ai lavori di dismissione e di smantellamento dei serbatoi ENI nell’area Castello – Piazza Marina.

Venerdì 13 giugno visita di studio e conoscenza al cantiere del Parco dell’Umanità asse attrezzato 167.

Questo che appare come un dualismo di forme rappresentative della città,  altro non è che la ragione stessa di ” essere”  della città dove uno spazio pubblico, riconosciuto dalla collettività, è spazio fisico, con le sue estensioni e i suoi limiti, ma anche spazio sociale – direi meglio relazionale – quale luogo di incontro e di scambio fruibile e accessibile.
Questa accezione nutre gli spazi vissuti ma alimenta anche gli spazi urbani invisibili, sotterranei, quelli fatti da reti idriche, canalizzazioni, fognature, reti elettriche e quant’altro per rendere la città vivibile e osservabile.

Il percorso è difficile e complesso, ma rappresenta l’ aspetto fondamentale dell’Amministrazione CASCELLA per riconoscere, salvaguardare e recuperare i valori culturali nei nuovi spazi al servizio della collettività.

Il recupero della riscoperta città-mare diventa occasione per ridefinire una nuova città con il paesaggio protagonista delle trasformazioni.

La città viene riconvertita nei suoi spazi vitali per renderla accogliente.
Ciascuno può ricordare a suo modo gli spazi concepiti dal passato. Ora si tratta di reinterpretare i luoghi per rendere quegli spazi condivisibili.

E’ solo un inizio. Ma un buon inizio perché l’Amministrazione Cascella realizzi non solo progetti di ascolto, ma progetti concreti in questa stagione politica in cui a  tutti è richiesta l’ assunzione di nuove responsabilità perché i luoghi stessi possano essere restituiti come spazi effettivamente fruibili piuttosto che “icone urbane” inaccessibili ai più.

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here