Come disposto e annunciato dalla Sovrintendenza archeologica Bat e Foggia, a conclusione della campagna di indagine, con saggi archeologici, che si è svolta a Barletta su via Trani e via Vespucci, si è provveduto al rinterro del saggio di scavo e della parte residua aperta trasversalmente su via Trani.

Al di là dei tecnicismi, ciò vuol dire che, compiute le necessarie indagini e saggi archeologici, la Sovrintendenza ha portato a termine la procedura con la chiusura del saggio, in attesa di compiere ulteriori approfondimenti con indagini geofisiche.

Tanto si rende necessario chiarire per fugare immotivati allarmismi dei cittadini palesati attraverso i social, sui quali campeggiano post nei quali la chiusura del saggio viene interpretata come una sorta di “occultamento” di quanto scoperto.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here