Commento di Caracciolo sui lavori della V Commissione

piano di comunicazione

Proficua seduta della V Commissione che ha affrontato, presieduta da Filippo Caracciolo, i diversi punti all’ordine del giorno alla presenza della vicepresidente della Regione Puglia Angela Barbanente.

Dopo l’audizione degli operatori del distretto della pietra di Trani e Minervino, la V Commissione ha approvato all’unanimità la proroga del ‘Piano Casa’ al 31 dicembre 2015.

“Con la proroga del ‘Piano Casa’ – scrive Filippo Caracciolo – si aumenta l’arco temporale nel quale poter realizzare interventi di ampliamento e ristrutturazione degli edifici con i vantaggi previsti dalla legge. La votazione della V Commissione va nella direzione di sostegno al settore edilizio tra i settori maggiormente penalizzati dalla crisi degli ultimi anni. Di riflesso si tenta di migliorare la condizione occupazionale delle tante figure lavorative impiegate nel settore edilizio.

“Nel corso della seduta della V Commissione è stata approvata – continua Filippo Caracciolo – anche la modifica ad alcuni articoli della recente legge che disciplina l’assegnazione e determina i canoni di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Finalmente si consente la regolarizzazione di chi occupa gli alloggi in condizioni disagiate. Inoltre grazie alle modifiche si estende la platea di soggetti che possono contribuire al fondo sociale. Ne potranno far parte anche gli enti erogatori di servizi. Ad esempio anche Acquedotto Pugliese potrà partecipare al fondo di sostegno dei cittadini più bisognosi che vivono in alloggi di edilizia residenziale pubblica. Sono molto orgoglioso di poter affermare che grazie al mio impegno, la Commissione ha previsto che anche nella Provincia di Barletta-Andria-Trani sia assicurata la presenza di un ufficio operativo distaccato. L’ARCA cioè l’Agenzia Regionale per la Casa e l’Abitare ex IACP – comunica il presidente della V Commissione Filippo Caracciolo – avrà presto una sua sede a Barletta”.

“Grazie alle modifiche all’articolo 24 della Legge Regionale 7 Marzo 2003 in materia di utilizzo dei proventi delle alienazioni degli alloggi di Edilizia residenziali si è voluto far sì che enti come l’ex IACP possano evitare i rischi collegati a dissesti finanziari nonostante l’inasprimento dell’imposizione fiscali sugli alloggi pubblici. In tal senso sarebbe opportuno che i Comuni mantengano aliquote basse in modo da consentire agli enti gestori di effettuare le manutenzioni senza rischiare collassi finanziari”.

“Come ultimo punto all’ordine del giorno la Commissione ha proseguito il lavoro che dovrà portare all’approvazione del piano paesaggistico territoriale regionale che permetterà alla Puglia di essere la prima regione in Italia ad approvare il Piano. All’unanimità i componenti della Commissione hanno accolto il calendario proposto dal Presidente per consentire alla Commissione di esprimersi sul PPTR entro la prima settimana di dicembre, in tempo utile con i tempi di approvazione del bilancio

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here