“La città ha il dovere di ricordare per sempre le povere cinque vittime del 3 ottobre 2011 e l’Amministrazione comunale ha l’obbligo di richiamare alla memoria questa tragedia perché rappresenta un monito anche per i futuri amministratori affinché si facciano  rispettare tutte le norme ed evitare disastri analoghi. Purtroppo Barletta è stata teatro per tre volte di tragedie simili tra loro dovute alla mala edilizia. Il nostro è un dovere morale, civile e politico”.

Con queste parole il sindaco Cosimo Cannito ha ricordato le vittime del crollo della palazzina di via Roma che costò la vita a Maria Cinquepalmi, Antonella Zaza, Matilde Doronzo, Giovanna Sardaro e Tina Ceci, . Alla presenza del prefetto della provincia Barletta-Andria-Trani  Emilio Dario Sensi, del senatore Ruggiero Quarto, del consigliere regionale Ruggiero Mennea, di componenti della Giunta e del Consiglio comunale, e dei parenti delle vittime, il primo cittadino ha deposto simbolicamente un mazzo di fiori sul luogo della disgrazia. Alle 12,21, ora in cui si è consumata la tragedia,  si è tenuto un minuto di silenzio in ricordo delle sfortunate vittime.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here