Come richiedere alle Ferrovie dello Stato l’assistenza per persone con disabilità

Dal 1981, anno della sua istituzione da parte dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, si celebra il 3 dicembre l’annuale appuntamento con la Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità. Il tema scelto per il 2014, ‘Sviluppo Sostenibile: la promessa della tecnologia’, sottolinea il ruolo della tecnologia per favorire l’inclusione sociale delle persone disabili.

“La tecnologia ha cambiato il mondo, diffondendo la conoscenza ed espandendo la gamma di opportunità. Le persone con disabilità possono beneficiare enormemente di questi progressi, ma troppi non hanno accesso a questi strumenti fondamentali”: così Ban Ki-moon, segretario generale dell’Onu, apre il suo messaggio per la giornata internazionale delle persone con disabilità. “Mentre la comunità internazionale lavora per sviluppare un programma per lo sviluppo post-2015 ambizioso e stimolante, che non lasci nessuno indietro, noi dobbiamo sfruttare il potere della tecnologia per lo sviluppo di tutti – continua Ban Ki-moon – Attraverso la tecnologia adattiva, assistiva e inclusiva, le persone con disabilità possono esprimere al massimo le loro potenzialità all’interno delle comunità e nei luoghi di lavoro”.

L’associazione Beni Comuni ha scelto quest’anno di promuovere una petizione cittadina per l’accessibilità nella Stazione Ferroviaria di Barletta. Trenitalia ha inserito la stazione di Barletta nel circuito di assistenza per le Persone con Disabilità o con Ridotta Mobilità (PRM).

Il servizio di assistenza è effettuato da RFI  – Rete Ferroviaria Italiana – ed è rivolto alle  «persone con disabilità» o «persone a mobilità ridotta» (PMR), nella cui accezione rientrano:  le persone che si muovono su sedia a rotelle per malattia o per disabilità; le persone con problemi agli arti o con difficoltà di deambulazione; le persone anziane; le donne in gravidanza; i non vedenti o con disabilità visive; i non udenti o con disabilità uditive; le persone con handicap mentale.

E’ possibile richiedere l’assistenza di RFI con queste modalità:  recandosi direttamente presso le Sale Blu, telefonando al Numero Verde delle Sale Blu di RFI : 800 90 60 60, inviando una mail ad una delle 14 Sale Blu, telefonando al numero unico nazionale di RFI 199 30 30 60 rivolgendosi a Trenitalia tramite il Call Center : 199 89 20 21 opzione 5 oppure 06/3000 per le utenze non abilitate all’199.

“Tali misure non assicurano autonomia e pari opportunità alle persone con disabilità, per questo ci sembra sia giunto il momento che l’amministrazione comunale, insieme agli enti gestori dei nostri binari, inizi a lavorare ad un progetto per abbattere le barriere sensoriali ed architettoniche presenti nella stazione della nostra città”, dichiarano Romeo Tuosto e Davide Dimatteo .

“Sin dalla costituzione della nostra associazione abbiamo operato su temi concreti, nati dal confronto con persone disabili. Sedia Job per l’accessibilità alla spiaggia e al mare, Vita Indipendente, Consulta delle Associazioni che operano nel settore della disabilità, Garante delle Persone con Disabilità, Assistenza Sessuale per Disabili, ed è su questa strada che intendiamo continuare con proposte concrete che necessitano della collaborazione delle Istituzioni, troppo spesso impegnate solo a presenziare ad eventi dedicati ma poco propense ad aprire tavoli di lavoro inclusivi finalizzati ad utilizzare le risorse pubbliche per misure ritenute importanti dai destinatari delle stesse”, proseguono Tuosto e Dimatteo.

La raccolta firme proseguirà oggi dalle 9.00 alle 12.00 presso l’I.I.S.S. Garrone di Barletta. “Come lo scorso anno, in seno alla Rete Sport & Diversa Abilità, siamo impegnati a promuovere lo sport per tutti. Nella palestra dell’Istituto Garrone ci saranno dimostrazioni sportive per iniziare allo sport gli alunni disabili insieme ai loro compagni normodotati, a seguire un dibattito accompagnato dalla proiezione di immagini di iniziative già svolte”, conclude Luigi Filippo Cappabianca, presidente dell’associazione Beni Comuni, ribadendo l’importanza di fare rete e di lavorare insieme per obiettivi comuni.

E’ possibile firmare la petizione ‘Accessibilità ai treni nella stazione ferroviaria di Barletta’ anche online sul sito www.petizioni24.com .

Romeo Tuosto, Davide Dimatteo, Luigi Filippo Cappabianca

Associazione Beni Comuni

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here