Ieri pomeriggio, presso la Casa delle Idee, il comitato elettorale del candidato sindaco Carmine Doronzo, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione delle quattro liste aderenti alla Coalizione Civica Per Barletta. Città Futura, Sinistra Italiana, Reset e Doronzo Sindaco: sono queste le liste a sostegno del candidato sindaco Doronzo unite dal desiderio comune di far rinascere la città di Barletta attraverso idee concrete, competenze, esperienza, volti nuovi e trasparenti. Ciascuna lista ha una sua identità e peculiarità ma un solo programma elettorale condiviso, frutto di un lungo lavoro di partecipazione e coinvolgimento popolare.

Il progetto civico di “Città Futura” nasce dall’iniziativa di giovani studenti e lavoratori, provenienti dalle associazioni e dalle organizzazioni territoriali, al fine di prendere parola sulle questioni cittadine in materia di cultura, sport, diritto allo studio e ambiente. Sfondo del programma elettorale della lista è quello di una provincia del meridione che porta le cicatrici dell’esodo di tanti suoi giovani verso il Nord, i quali lasciano la propria città alla ricerca di un lavoro con un salario dignitoso o migliori prospettive accademiche. Per anni la politica barlettana ha rimandato il suo appuntamento coi bisogni reali dei cittadini, giovani e anziani: è il momento di riconquistare pezzo per pezzo dignità e diritti.

La lista di “Sinistra Italiana” è formata da donne e uomini impegnati nel dare rappresentanza ai bisogni dei cittadini, battendosi per una società fondata sull’uguaglianza sociale, sulla valorizzazione della differenza tra i sessi, sul rispetto dell’ambiente, lo stop al consumo del territorio e contro il partito del “mattone”, per la lotta a un salario più dignitoso e a favore della creazione di misure di sostegno al reddito, per una scuola pubblica e di qualità. Un’alternativa politica per Barletta, alla destra a trazione leghista e alla destra alleata con i socialisti, al PD che ha mal governato in questi ultimi cinque anni e al grillismo.

“Reset” è la lista civica composta da cittadini il cui fine è ripristinare le funzioni principali della politica. I punti cardine del programma mirano a rendere Barletta una città a misura d’uomo, anzitutto avvicinando l’amministrazione al cittadino, affinché si possa tornare ad avere fiducia nelle istituzioni. Incentivare il turismo attraverso un progetto di valorizzazione del nostro patrimonio artistico-culturale in armonia con il paesaggio naturale. Limitare il traffico favorendo la viabilità in bici attraverso la costruzione di nuove piste ciclabili. Arginare l’inquinamento delle nostre acque attraverso una politica di controllo e risanamento. Creare nuovi spazi verdi, che siano luoghi di aggregazione, strutturati per poter fare sport e aperti anche a chi ha animali domestici.

La lista civica “Doronzo Sindaco” è organizzata da persone comuni che rappresentano diversi settori sociali e produttivi della città di Barletta. Insieme lanciano la sfida per l’affermazione di una realtà cittadina basata sul buon governo, sulla trasparenza e sull’ascolto di tutte le persone, a partire dai più bisognosi con l’obiettivo di raggiungere risultati concreti e utili a tutti. Il tratto distintivo di questa lista è la novità rappresentata dai volti e dalle storie dei propri candidati che, seppur mossi da grande motivazione e senso civico, non hanno mai ricoperto prima incarichi politici ed istituzionali. Le loro parole d’ordine sono: rilancio dell’economia e dei prodotti barlettani, lavoro di qualità, cura delle fasce più deboli e valorizzazione delle tradizioni.

“Città Futura”

Candidati al consiglio comunale:

 

Sabrine Aouni 

Cosimo Damiano Carpagnano

Domenico Cassano detto Mimmo

Gianluca Michele Civita

Viviana Corvasce

Leonardo Dileo detto Leo

Michela Diviccaro

Gioacchino Doronzo

Pasquale Garribba

Teresa Giorgia Giagnotti

Serafina Laforgia

Luca Maria, Pietro Lamonaca

Valeria Lanotte

Valeria Modugno

Mariangela Montenero

Davide Emanuele Palmitessa

Ruggiero Quarto detto Rino

Vanessa Riela

Antonio Rizzi

Giuseppe Schiavone detto Peppe

Antonella Semeraro

Giuseppe Sguera detto Peppe

Cristina Stanganello

Mattia Torre

“Sinistra Italiana”

Candidati al consiglio comunale:

 

Maria Albanese

Maria Felicia Andriani
Gaetano Basile

Maria Campese

Francesco Saverio Pietro Caporale

Luigi Filippo Cappabianca detto Gigi

Francesco Dambra

Raffaele Dazzaro

Giuseppe Defazio detto Peppino

Antonietta Dicuonzo

Ruggiero Dilillo detto Rino

Michele Dipasquale

Chiara Filannino

Valentina Fiorella

Annalisa Leone

Matteo Leone detto Teo

Cosimo Nenna

Federica Giudiana Nesta

Francesco Riefolo

Arcangela Rinella

Giuliano Rotunno

Maria Rubino

Roberto Francesco Tarantino

Anna Maria Vurro

 

“Reset”

Candidati al consiglio comunale:

 

Giuseppe Albanese

Michelangelo Balice

Felice Brescia

Giuseppe Capuano

Giuseppe Carletti

Loredana Lucia Cirillo

Giuseppe Digioia detto Pino Country

Giovanna Gissi

Ignazio Leone

Domenico Carlo Leone

Piergiorgio Loliva

Luigi Martire

Giovanna Mercanti

Rossella Napoletano

Roberta Odobashi

Luca Parisi

Agnese Piazzolla

Antonio Quarto

Giacomo Rindinone

Francesca Romana Rizzi detta Francesca

Concetta Sante

Giovanni Sfregola

Carmela Tanzi

Teresa Ventrella

Marco Leandro

 

 

“Doronzo Sindaco”

Candidati al consiglio comunale:

 

Teresa Antonia Bizzoca

Francesco Bruno

Rosa Castiglione

Carmine De Rossi

Giovanni Dibenedetto

Marco Di Candia

Francesco Dicorato

Raffaella Digioia

Giuseppe Giovanni Dinoia

Francesco Davide Dipaola

Antonella Benedetta Filannino

Cherubina Francavilla

Luigi Gianfrancesco

Luigi Lamacchia

Annamaria Lasala

Nicola Laterza

Loredana Lattanzio

Giulia Maria Lombardi

Luca Mele

Cosimo Nero

Ada Scommegna

Michele Sfregola

Ruggero Simone

Angela Tanzi

Filomena Marika Tesse

Angelo Michele Torre

Maria Vaccariello

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here