Tramite il Comitato OAP ci giunge in redazione la segnalazione di una cittadina barlettana relativa a un disservizio verificatosi nella giornata di ieri a proposito dell’iniziativa Park&Ride promossa dalla locale amministrazione.

“Domenica 10 dicembre alle ore 19.00: decido di uscire con mio marito e i miei figli per fare una passeggiata per i negozi e godere delle iniziative organizzate dagli esercenti commerciali per il periodo natalizio.
Per evitare lunghe code in fila nel traffico scegliamo di dirigerci direttamente presso il parcheggio nei pressi del centro commerciale “MONGOLFIERA”, come consigliato nella locandina che pubblicizza l’avvio del servizio di Park&Ride, divulgata dall’Amministrazione comunale nei giorni precedenti.
Percorriamo sù e giù via Amerigo Vespucci alla ricerca della navetta “Scoppio” che avrebbe dovuto portarci nel centro città; passano 20 minuti e non arriva nessuno, così decido di chiamare il comando dei vigili, chiedo del servizio navetta e il mio interlocutore risponde che sapeva dell’iniziativa e gli sembrava strano non fosse arrivato nessuno.Restiamo d’accordo che per aggiornamenti mi avrebbe richiamato, avendo visualizzato il mio numero.
Chiusa la telefonata, decidiamo di fare una passeggiata e raggiungere i negozi a piedi per poi prendere la navetta al ritorno; magari in centro qualcuno avrebbe saputo darci informazioni più precise.
Arrivati in via Ferdinando D’Aragona, ci fermiamo a guardare i vari spettacoli di band, messi a disposizione dagli esercenti, che rendono la passeggiata davvero piacevole; in prossimità dell’incrocio tra via D’Aragona e via S.Antonio scorgo un vigile urbano insieme ad un ausiliario del traffico, provo a chiedere a loro del “tanto decantato servizio navetta”, ma nessuno dei due sa di cosa io stia parlando.
Sempre più scoraggiata proseguo nella mia passeggiata con bambini e marito al seguito e dopo un’ora in giro per negozi raggiungiamo la fine di corso Garibaldi. L’ufficio informazioni e accoglienza turisti è aperto: espone il manifesto del servizio “Park&ride e mi dico “loro sapranno certamente spiegare l’arcano della navetta scomparsa!”; mi avvicino all’impiegata e chiedo delucidazioni. La gentile signora mi conferma che il servizio di bus navetta è attivo dal giorno 8 dicembre e mi rilascia la cartolina che pubblicizza l’iniziativa, la ringrazio e le rispondo che avrei bisogno piuttosto che della cartolina, di sapere dove é finita la navetta, ma lei imbarazzata non sa cosa dirmi. Capisco che in realtà anche qui si brancola nel buio e mi allontano.
Nel frattempo dal comando dei vigili nessuno mi ha richiamata ed i bambini sono ormai stanchi e non vogliono più camminare, fa molto freddo, così con qualche chiacchiera per distrarli decidiamo di tornare alla macchina. Arrivati nei pressi dell’Ipercoop faccio un ultimo tentativo sù e giù per la strada alla ricerca della navetta “fantasma”: ormai è diventata proprio un chiodo fisso! Ma nulla, zero assoluto… solo una marea di macchine parcheggiate nei modi più bizzarri in doppia fila, sui posti riservati a disabili o sulle strisce pedonali, che se vi fosse stata anche una sola pattuglia di vigili urbani le casse del comune si sarebbero di colpo rimpinguate abbondantemente.
Saliamo in macchina e torniamo a casa e mi chiedo cosa avrei fatto se fossi venuta da uno dei comuni limitrofi di proposito per fare shopping a Barletta. Mi rispondo amaramente che di certo non ci sarei più tornata!
Al sindaco e agli assessori competenti auguro una seria e profonda riflessione: sarà il caso di iniziare a controllare che quei servizi tanto pubblicizzati con manifesti e locandine, vengano effettivamente garantiti alla collettività ????”
Una cittadina delusa

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here