Circuito del contemporaneo, si parte domani con l’opera di Andrei Molodkin

Circuito del contemporaneo

Programma del Circuito del contemporaneo: 24 aprile ore 18.30 – Castello di Barletta, “Victory of Democracy” di Andrei Molodkin. 25 aprile ore 11.30 – Museo della Fondazione Ettore Pomarici Santomasi, Gravina in Puglia, “Victory of Pain” di Vettor Pisani.

All’insegna di storia, politica e trascendenza il “doppio opening” di “Puglia. Circuito del Contemporaneo”, progetto cofinanziato dalla REGIONE PUGLIA, a seguito dell’ Avviso Pubblico riguardante le Attività Culturali “Patto per la Puglia FSC 2014-2010”. Il 24 aprile alle ore 18.30 l’avvio è al Castello di Barletta con “Victory of Democracy” di Andrei Molodkin per proseguire la mattina del 25 aprile, alle 11.00, con Victory of Pain di Vettor Pisani nel Museo della Fondazione Santomasi a Gravina.

Il progetto “Puglia. Circuito del Contemporaneo” ideato e curato dalla storica dell’arte GIUSY CAROPPO, è promosso dalla rete costituita dalla FONDAZIONE ETTORE POMARICI SANTOMASI di Gravina in Puglia, dall’ASSOCIAZIONE ECLETTICA CULTURA DELL’ARTE di Barletta, con la guida del POLO MUSEALE DELLA PUGLIA.

Nell’ambito del Circuito del Contemporaneo la mostra di ANDREI MOLODKIN al Castello di Barletta è il primo evento espositivo. L’inaugurazione è contemporanea all’apertura del rinnovato Lapidarium, con l’esposizione “Il racconto della città. Immagini di pietra nel museo civico di Barletta, a creare uno stretto legame tra storia e contemporaneità”.

L’artista concettuale russo Andrei Molodkin presenta Victory of Democracy nella grande fortezza pugliese, una storica postazione di difesa militare sul Mare Adriatico, traendo ispirazione dal contesto storico, artistico e architettonico del luogo. Tra le mura fortificate, risultato di stratificazioni delle diverse dinastie al potere, dall’ XI secolo al XVIII secolo, la pietra scolpita nell’antichità riflette epoche portatrici di cultura straordinaria: il maniero conserva nel lapidarium il busto-ritratto attribuito a Federico II di Svevia in pietra calcarea, risalente al XIII secolo, e il Sarcofago degli Apostoli, altorilievo lapideo prima testimonianza del Cristianesimo in città, del periodo compreso tra il III e il IV secolo, nonché articolate collezioni civiche e quadrerie. Come controcanto a questo racconto, suggellato dal patrimonio artistico, fatto di ricchezza e grandezza, i contenitori acrilici di Molodkin traducono la violenza della realtà contemporanea: un’era “capitalista” caratterizzata da povertà, guerra e sfruttamento.

I contenitori cavi raffiguranti VITTORIA e DEMOCRAZIA si riempiono di volta in volta del sangue degli immigrati e del petrolio greggio dalle zone di conflitto. La mostra si dipana tra il rivellino, antistante il Castello, con la grande installazione GOVERNMENT e i sotterranei. Parteciperanno all’inaugurazione di Victory of Democracy a Barletta:

Loredana Capone – Assessore Industria Turistica e Culturale Regione Puglia

Pasquale Cascella – Sindaco della Città di Barletta

Eugenia Vantaggiato – Direttrice del Segretariato Regionale MiBACT Puglia

Elena Silvana Saponaro, Direttrice di Castel del Monte

Mario Burdi – Presidente della Fondazione Ettore Pomarici Santomasi,

Stefano Faccini – Presidente Associazione Eclettica_Cultura dell’arte

Giusy Caroppo – Storica dell’arte, ideatrice e curatrice generale

Giampaolo Abbondio – Galleria Pack e l’artista Andrei Molodkin.

Il 25 aprile, alle ore 11.00 si prosegue a Gravina in Puglia con l’apertura della mostra Victory of Pain di Vettor Pisani nel settecentesco Palazzo-Museo della Fondazione Ettore Pomarici Santomasi, Ente Morale dal 1920: uno scrigno nascosto nel cuore della Città antica che raccoglie un patrimonio straordinario, esito delle disposizioni testamentarie del barone, dopo la morte avvenuta nel 1917. Museo archeologico, biblioteca, appartamento e una cripta che conserva una preziosa chiesa rupestre. Qui, in collaborazione con la Fondazione Morra di Napoli, la Vergine Nera di Vettor Pisani, è in dialogo con gli ambienti e le atmosfere mistiche della Cripta bizantineggiante di San Vito Vecchio. Parteciperanno all’ inaugurazione di Victory of Pain a Gravina:

Mauro Paolo Bruno – Dirigente Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e
Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia

Alessio Valente – Sindaco di Gravina in Puglia, Mariastella Margozzi – Direttrice del Polo Museale della Puglia

Mario Burdi – Presidente della Fondazione Ettore Pomarici Santomasi

Stefano Faccini – Presidente Associazione Eclettica_Cultura dell’arte

Giusy Caroppo – Storica dell’arte, ideatrice e curatrice generale, la Fondazione Morra e Giovanna dalla Chiesa per Archivio Vettor Pisani.

Il progetto Puglia. Circuito del Contemporaneo si pone l’obiettivo di costruire stabilmente sul territorio pugliese un marchio di riferimento per l’organizzazione di mostre d’arte contemporanea, prevalentemente all’interno dei siti di rilevanza storico artistica e paesaggistica, muovendo dall’idea di “museo temporaneo diffuso”, e di fornire un modello alternativo della gestione di beni culturali tradizionali e occasioni per una promozione e fruizione nuova in luoghi di cultura periferici con progetti dedicati alla creatività, all’inclusione sociale, alla riqualificazione urbana, all’accessibilità, in ciascuna delle sei aree di rilevanza turistica regionali.

Press office: Anna Maria Giannone/Eclettica Cultura dell’Arte
press.eclettica@gmail.com – m. 329 8573475

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here