Chiusura dei passaggi a livello di Via Andria e di Via Vittorio Veneto da sabato 16 febbraio e realizzazione di due sottovia carrabili e pedonali.

È quanto stabilito  all’incontro che si è tenuto a Palazzo di Città tra il Sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, gli esponenti dell’Amministrazione comunale, i rappresentanti di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) e Italferr (Gruppo FS Italiane), di Ferrotranviaria e della ditta appaltatrice dei lavori.

Fatto il punto sugli interventi di risoluzione delle interferenze con i sottoservizi Enel e Telecom, che sono in fase di completamento, è stato affrontato il tema della necessità di contemperare le esigenze di cantiere e, dunque, della chiusura dell’area di via Andria al traffico automobilistico e pedonale, con quelle dei cittadini, residenti della zona, utenti delle vicine scuole e degli uffici, lavoratori che dovranno poter raggiungere i luoghi interessati o semplicemente andare da una parte all’ altra della città. Sono al vaglio delle parti alcune ipotesi.

Per quanto riguarda la temporanea riorganizzazione della viabilità alternativa durante i lavori, su via Callano, a breve, e comunque prima dell’apertura del cantiere, sarà installato un sistema di semafori che regolerà modererà il traffico veicolare.

La viabilità che graviterà intorno a questo progetto, che è cruciale e fondamentale per il futuro della città, è il problema più importante – ha detto il sindaco Cosimo Cannito – e non abbandoneremo i cittadini. Stiamo per questo valutando con Ferrotranviaria delle ipotesi di soluzioni come quella di spostare il traffico ferroviario dalla stazione di Barletta centrale a Barletta scalo, collegare un servizio navetta e prevedere un collegamento pedonale con via Filannino, ma attendiamo risposte sull’ accoglimento di tale proposta”.

 “I disagi saranno inevitabili – ha aggiunto il primo cittadino – e cercheremo in tutti i modi di mitigarli e contenerli, tenendo sempre bene a mente quanto sia strategica questa opera per Barletta, grazie alla quale elimineremo la barriera che divide la città in due”.

Sarà cura dell’Amministrazione comunale, insieme e d’intesa con RFI, programmare e organizzare momenti pubblici per informare e illustrare ai cittadini quello che accadrà a partire da metà febbraio e per i prossimi tre anni.

La chiusura dei passaggi a livello contribuisce a migliorare i livelli di affidabilità del traffico stradale e ferroviario.

Investimento complessivo per la realizzazione delle opere 8 milioni di euro.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here