Challenger ATP 2016 – Gli open di Barletta entrano nel vivo

Con il completamento della prima fase del tabellone principale, il Challenger ATP “Città della Disfida” è entrato nel vivo. Contrariamente alla prima giornata, gli incontri che hanno completato i sedicesimi di finale non hanno registrato sostanziali sorprese con tutte le principali teste di serie che hanno superato il turno ad eccezione purtroppo del nostro Luca Vanni che dopo un match molto combattuto è stato sconfitto al tie break del terzo set (4 – 6; 6 – 4; 6 – 7).

Vincono agevolmente in due set Dutra Silva contro il kazako Golubev, lo svedese Ymer contro il giapponese Moriya ed il portoghese Elias Gastao contro il tedesco Torebko. Più complicato invece il successo dello spagnolo Carballes Baena – testa di serie n.2 –, che dopo aver concesso (3 – 6) il primo set al bielorusso Ignatik, vince non senza difficoltà il secondo set (6 – 4) per poi regolare l’avversario con un netto (6-1) il terzo set.

Giornata in agrodolce per ciò che riguarda i nostri rappresentanti. Già detto dell’eliminazione di Vanni, c’è da registrare la vittoria di Gianluca Naso che dopo aver perso (6-0) il primo set contro il cileno Podlipnik-Castillo ha poi saputo rimediare con un perentorio (6-4;6-2). Bella conferma anche per il giovane Lorenzo Sonego che nell’incontro forse più avvincente della giornata ha eliminato il tostissimo Dimitar Kuzmanov. Il giovane torinese vince un vibrante primo set (6-4) per poi subire il prepotente ritorno del bulgaro che vince in scioltezza il secondo set per (2-6). Ma Sonego è ragazzo di talento e soprattutto di gran carattere e dopo un inizio di terzo set abbastanza equilibrato riesce per ben due volte a togliere il servizio al suo avversario e a chiudere sul (6-2) una splendida terza frazione di gioco tra l’entusiasmo del pubblico del campo 1.

Sfortunatissimo invece Matteo Donati, che dopo una lunghissima maratona di oltre due ore e mezzo sotto un caldo più estivo che primaverile contro l’ungherese Fucsovics ed in vantaggio nel terzo set per quattro giochi a tre è costretto a cedere due game a Fucsovics perché costretto al cambio di campo a causa di crampi. Visibilmente menomato Donato è costretto a cedere per (4-6) nel terzo set.

Nulla da fare invece per Federico Gaio contro il forte argentino Maximo Gonzalez che domina l’italiano (6-0) nel primo set e che dopo un avvio combattuto esce agevolmente alla distanza anche nel secondo set fissando il punteggio sul (6-4).

Completano il tabellone le nette affermazioni in due set del tedesco Reister sull’indiano Ramanathan e dello spagnolo Lopez Perez sul serbo Djere.

Per quanto riguarda il torneo di doppio, vittorie in tre set della coppia tutta italiana Napolitano-Pellegrino su Elias Gastao(Portogallo)-Giannessi(Italia), dell’accoppiata Golubev (Kazakistan)-Moser(Germania) sugli argentini Molteni-Duran, e dei tedeschi Kretschmer-Satschko sul duo Marcan(Croazia)-Vervort(Olanda).

A cura di Cosimo Campanella

 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteCronache dal Challenger ATP 2016
Articolo successivo
Cosimo Campanella
Cosimo Campanella nasce a Barletta il 3 settembre del 1974. Entra nel mondo della fotografia come aiutante nel 1990 e dopo due anni di alterne fortune è costretto nel maggio del 1993 a lasciare per svolgere il servizio militare. Riesce a rientrarvi come aiutante video-maker affinando nel contempo la propria tecnica fotografica per un progetto a lungo termine. Nel febbraio 2011 inaugura lo studio fotografico Arte e Immagine a Barletta. Specializzatosi nella fotografia per cerimonie e nel video-editing non disdegna digressioni anche nel campo della fotografia in ambito storico-culturale e folkloristico. Cosimo Campanella collabora da marzo 2016 con il magazine Barletta News , scrivendo di sport, attualità, politica e cultura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here