Il sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, ha accolto questa mattina il dottor Gian Carlo Caselli, in città per uno degli appuntamenti de I Dialoghi di Trani, che si è tenuto nella Sala Rossa del castello svevo, dal titolo “La legalità come fondamento dell’impegno civile”.

L’ex procuratore di Palermo, che nella sua lunga carriera cominciata a Torino, fra le altre cose, ha condotto inchieste sul terrorismo, la mafia e la criminalità organizzata transnazionale nell’ambito di un organismo europeo a ciò deputato, è giunto a Barletta insieme a sua moglie e ha tenuto la sua lezione ad una platea di studenti e cittadini.

“E’ un onore averLa nella nostra città e poterLe manifestare personalmente – ha detto Cannito – la riconoscenza per quello che ha fatto per il nostro Paese e per il nostro Stato, per i suoi sacrifici e quelli della sua famiglia, per essersi speso totalmente per i principi di giustizia e legalità”.

“Quegli stessi principi – ha aggiunto il primo cittadino – guidano e ispirano la nostra azione amministrativa, in ogni singolo atto, perché i cittadini ci hanno affidato un compito e io sento l’imperativo categorico di assolverlo nel solo modo possibile, con assoluta trasparenza e onestà e nel rispetto delle leggi, così da prevenire qualsiasi rischio di illegalità, confortati dai principi di solidarietà, rispetto della diversità e rifiuto delle discriminazioni”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here