Cantina Sperimentale, Caracciolo: “Uno scippo inaccettabile a danno della città e della Provincia”

“Un vero e proprio scippo a danno della città e della Provincia: questo rappresenterebbe la chiusura della Cantina Sperimentale di Barletta e l’annessione alla sede di Turi. Dicono bene le associazioni culturali e di categoria costituite nel Comitato spontaneo cittadino per la conservazione della Cantina Sperimentale a Barletta – scrive Filippo Caracciolo – quando dichiarano che non si può e non si deve svilire e annullare l’autonomia della Cantina Sperimentale attiva a Barletta da 130 anni a supporto dell’importante attività vitivinicola sviluppata sul nostro territorio. Mi sono attivato e ho interessato della questione il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Maurizio Martina, a cui ha scritto una nota anche il sindaco di Barletta Pasquale Cascella, e mi aspetto che si provveda a correggere quanto prescritto con i decreti del Commissario straordinario del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria. In caso contrario – annuncia il consigliere regionale Filippo Caracciolo – non resteremo certo a guardare. Penso che Comune di Barletta, Provincia di Barletta-Andria-Trani e Regione Puglia abbiano il dovere di preservare una struttura strategica che ha il compito di accompagnare la crescita del settore decisivo per l’economia del territorio provinciale. E se entro il 31 Marzo, data prevista per il trasferimento della strumentazione e del personale, non ci saranno risvolti positivi con i dovuti correttivi daremo vita ad azioni politiche forti a difesa del nostro patrimonio caratterizzato anche dalla presenza di strutture come la Cantina Sperimentale di Barletta”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here