“Barletta è la città della Resistenza e delle due medaglie d’oro, al merito civile e al valore militare, perché ha avuto un ruolo importante nel processo di costruzione della libertà e della democrazia del paese e deve essere orgogliosa della sua memoria”.

Lo ha detto il sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, intervenendo stasera alla tavola rotonda promossa dalla sezione cittadina dell’Anpi, l’associazione dei partigiani, dedicata a “La partecipazione del sud alla lotta di Liberazione”.

Sono intervenuti, fra gli altri, il vice presidente nazionale ANPI Gianfranco Pagliarulo, i ricercatori IPSAIC, Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea “Tommaso Fiore”, Massimiliano Desiante e Gianni Sardaro, il presidente dell’Anpi Bat Roberto Tarantino.

“L’azione che l’Anpi sta svolgendo in questo territorio – ha aggiunto il primo cittadino – è molto importante, perché sta riportando alla memoria ciò che la Resistenza ha significato per l’Italia e per Barletta”. Nell’ambito di questa operazione di rispetto della memoria il sindaco ha annunciato di volere pedonalizzare piazza Caduti per conferire a quel luogo e alla sua storia la giusta importanza.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here