Ammortizzatori sociali, lavoro usurante, malattie professionali, ape sociale, pensione anticipata per i lavoratori precoci ed applicazione del Testo Unico su salute e sicurezza nel settore della pesca. Arriva nella Bat, con una tavola rotonda in programma per sabato 24 marzo, alla presenza dei pescatori, la campagna nazionale della Flai Cgil sul settore della pesca dedicata alle criticità del lavoro in un segmento così particolare. L’iniziativa denominata “Che pesci prendere?” rientra nell’ambito di un progetto finanziato dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali e si terrà a partire dalle ore 9.30 presso la Lega Navale di Barletta – Zona Porto.

Il convegno sarà introdotto da Gaetano Riglietti, segretario  generale Flai Cgil Bat. Porteranno il loro saluto il presidente della Lega Navale di Barletta, Domenico Pagazzo, l’assessore alle attività produttive del Comune di Barletta, Giuseppe Gammarota, ed il Comandante della Capitaneria di Porto di Barletta, Sergio Castellano. Alla tavola rotonda interverranno: Azmi Jarjawi segretario Flai Cgil Puglia, Luigi Caradonna e Massimo Cervellati della direzione Inail Puglia – Contarp, Sergio Azzollini, responsabile prestazioni sostegno al reddito dell’Inps Puglia, Giuseppe Deleonardis, segretario generale Cgil Bat. Concluderà i lavori Antonio Pucillo, il capo dipartimento della Flai Cgil Nazionale.

“Torniamo nelle marinerie dopo le nostre precedenti mobilitazioni per denunciare il clima di indifferenza che riscontriamo per il settore da parte della politica sia nazionale che locale. Anche se negli ultimi tempi qualcosa sta cambiando, questo non ci permette di sperare in una veloce soluzione dei problemi: manca un ammortizzatore sociale strutturato, il riconoscimento di malattie professionali, l’applicazione del testo Unico sulla sicurezza. Tutto ciò fa di questo comparto uno dei meno tutelati. Quindi questa campagna ha lo scopo di chiedere che siano riconosciuti diritti anche ai pescatori e che ciò sia la normalità”, spiega il segretario generale della categoria provinciale, Gaetano Riglietti.

A cura di Cgil Bat

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here