Questa mattina alle ore 11,30, a Bari presso la Sala Giunta del Comune di Bari sita in Corso Vittorio Emanuele n. 84, alla presenza di alcune testate giornalistiche si è svolta la presentazione dello spot contro l’abbandono, le cui riprese sono state realizzate dall’Alchermes Video, su iniziativa dell’Ente Nazionale Protezione Animali, Sezione di Bari  e Sezione di Barletta.

L’Avv. Massimiliano Vaccariello e l’Arch. Daniela Fanelli, confermando il sodalizio dello iniziato con il corto dello scorso anno, in quanto referenti delle due sezioni dell’E.N.P.A., nonché promotori anche dell’iniziativa di quest’anno, hanno presentato lo spot assieme a coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa importante campagna antiabbandono. Sin dai giorni scorsi sono stati lanciati sul web e sui profili Facebook delle due sezioni dell’ENPA, prima il teaser  e poi il trailer dell’iniziativa.

I volontari di Enpa Bari ed Enpa Barletta sono da sempre attivi nel recupero di animali in difficoltà, prevalentemente vittime di abbandono e/o maltrattamenti e, soprattutto in estate, le vittime di abbandono aumentano vertiginosamente e spesso, quando non muoiono di fame o investite, vanno incontro ad una morte ancora più dolorosa e lenta: IL CANILE. Nonostante sia opinione diffusa che il canile sia una salvezza, di fatto rappresenta l’espiazione di una pena che non corrisponde ad una colpa. Quest’anno abbiamo voluto mostrare quello che capita ogni volta che in un canile arriva un nuovo “ospite”. Teaser, trailer e spot sono volutamente provocatori ed emotivamente forti proprio perché mirano non solo a suscitare emozioni negli spettatori ed empatia con quella che è la situazione dei cani rinchiusi nelle gabbie dei canili, ma si propongono anche di smuoverne le coscienze degli spettatori.

L’Avv. Massimiliano Vaccariello ritiene che l’abbandono sia “uno dei maggiori serbatori del randagismo”, oltre che essere un atto riprovevole e disumano. Ha partecipato alla realizzazione dello spot, come attore improvvisato, anche il Sindaco di Bari, Ing. Antonio Decaro, il quale si è mostrato sensibile all’argomento al pari del consigliere con delega al randagismo, Livio Sisto, che pure ringraziamo per la costante sensibilità al tema animalista. Un ringraziamento speciale va a Vladimir Luxuria che, nonostante i mille impegni, ha voluto onorarci della sua presenza e partecipazione alle riprese dello spot, non limitandosi a tanto, ma rivolgendoci mille domande e interessandosi ad ogni aspetto della nostra attività di volontariato, suscitando così l’entusiasmo di tutti noi. Dietro le quinte di questo spot, oltre alle persone che in esso vi compaiono chiuse nelle gabbie, ci sono i volontari che, lontani da riflettori e facili sensazionalismi, a fari spenti, lavorano instancabilmente per salvare il maggior numero di cani possibile dal box. Le riprese sono state effettuate all’interno del canile sanitario, luogo in cui vengono portati i cani appena recuperati dal territorio dal personale addetto che, in occasione della realizzazione dello spot, ha supportato i promotori dell’iniziativa. Chiediamo che questo spot non resti tale è speriamo faccia breccia in qualche cuore e contribuisca a sollecitare una riflessione sulla terribile problematica dell’abbandono di animali. Grazie per l’attenzione. #nonabbandonare

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedente
Articolo successivo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here