Bilancio attività 2013 a tutela del patrimonio naturalistico e territoriale

Assente una specifica convenzione collaborativa con Barletta

logo_ifae

È stato presentato dal Nucleo di Vigilanza Ittico-Faunistica Ambientale ed Ecologica il bilancio delle attività svolte nel corso dell’anno 2013, a tutela del patrimonio naturalistico del nostro territorio. Purtroppo – ma senza sorpresa – è stata evidenziata la mancanza della sottoscrizione di una specifica convenzione collaborativa con il comune di Barletta. Convenzione assente ormai da quasi due anni. Nonostante le difficoltà gestionali derivanti dalla mancata collaborazione, gli operatori del Nucleo hanno continuato a gestire i servizi operativi utilizzando le proprie risorse e le risicate economie dell’organizzazione, spaziando in una variegata serie di interventi.

È stato sottolineato come le attività di vigilanza, prevenzione e repressione siano indispensabili per garantire un minimo di tutela faunistico-ambientale che gli organismi pubblici direttamente responsabili, per varie ragioni, non riescono a garantire con adeguatezza: «L’anno 2013, è stato fortemente caratterizzato dalla particolare difficoltà di dialogo con gli enti pubblici nonché dalle carenze di risorse economiche necessarie per il funzionamento e supporto delle numerose attività solitamente poste in essere dal Nucleo».

Le principali attività svolte dall’I.F.A.E. nel 2013 hanno compreso e continueranno a comprendere: osservazione e tutela degli animali; servizio di recupero e soccorso della fauna selvatica in difficoltà; tutela della flora; attività di protezione civile; prevenzione degli illeciti; controlli amministrativi; attività repressiva; attività di educazione ambientale; attività di formazione e aggiornamento

Al fine di concorrere fattivamente nell’opera della diffusione della legalità nel settore ambientale, il Nucleo di Vigilanza ha comunque realizzato una cospicua mole di attività finalizzate al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

– Salvaguardare le risorse faunistico-ambientali;

– Consentire al cittadino di esercitare le attività consentite dalla legge: la caccia, la pesca ed ogni altra attività svolta nel territorio provinciale nel rispetto delle norme e del buon senso;

– Diffondere la cultura della solidarietà e della conoscenza per una più efficace e consapevole tutela del bene pubblico e per l’affermazione della legalità;

– Rafforzare il rispetto e l’utilizzo sostenibile delle risorse del territorio;

–  Collaborare con le istituzioni pubbliche e con gli altri enti pubblici e privati per il raggiungimento degli obiettivi comuni;

– Tutelare la salute e la sicurezza pubblica operando fattivamente anche nel campo della protezione civile;

– Rafforzare l’educazione civica e la convivenza sociale.

L’allarme lanciato dal Nucleo è giustamente inquietante: questo preoccupante stato di cose, se continuerà a perdurare, determinerà l’impossibilità di svolgere le variegate attività con la dovuta incisività, continuando ad offendere la natura e modificando la convivenza civile.

 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa partita dell’Amicizia
Articolo successivoArea Vasta Vision 2020 – I sindaci si incontrano
Giusy Del Salvatore
Giusy Del Salvatore è nata a Barletta nel 1987. Nella città pugliese porta avanti le sue attività di giornalista, blogger, copywriter, web marketing specialist e social media manager. Dopo la maturità classica conseguita presso il liceo classico “A. Casardi” di Barletta si è laureata in Editoria e Giornalismo presso l’Università degli studi di Bari. Successivamente ha frequentato il “First Master in Giornalismo", il master di “Formazione giornalistica ed editoriale”, il master in "Giornalismo Digitale" e il master in "Social Media e Digital Marketing". È appassionata di ecologia, salvaguardia animale/ambientale, poesia, letteratura, architettura, design, web e social media marketing. Ha iniziato a scrivere professionalmente occupandosi di cinema e spettacolo per la rivista Ecodelcinema mantenendo viva l'emozione della prima pubblicazione. È stata caposervizio del mensile ControStile, affrontando argomenti di ogni genere, realizzando interessanti interviste ed inchieste. Ha collaborato con il quotidiano d'informazione tecnologica HwGadget, con la rivista online LSD Magazine e con il settimanale TempoVissuto scrivendo articoli di approfondimento sociale. Nel 2012 con Aletti Editore ha pubblicato un libro di poesie intitolato "Chiamale come vuoi - Siamo solo poeti incompresi" riscuotendo discreto successo e vari apprezzamenti. Ha ricevuto molteplici premi e riconoscimenti in diversi concorsi poetici e letterari, pubblicando numerose poesie in antologie tematiche. Nel 2016 ha pubblicato la raccolta di poesie illustrate "Criptica come la Luna", edita da Alter Ego, finalista al Premio Carver 2016. È autrice dell’eco-blog Mela Verde News in cui e vengono trattati e approfonditi argomenti relativi alla sfera green. Attualmente è Direttore Responsabile di Barletta News e lavora come freelance per aziende e privati nell’ambito del web e social media marketing. In qualità di esperta coordina gli alunni del liceo scientifico Carlo Cafiero di Barletta nel progetto di alternanza scuola-lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here