Bene Comune e Sussidiarietà alla base del Meeting InterClub del Lons Club

Trovare una via d’uscita dalla crisi economica che ormai da troppi anni ha messo in ginocchio il nostro paese è ormai lo scopo principale di privati cittadini, associazioni  enti pubblici e, nell’ultimo periodo, va sempre più affermandosi che l’unica strada per poter invertire gli effetti negativi della attuale, stagnante se non in continuo peggioramento, situazione è proprio quella della collaborazione tra società civile e amministrazione pubblica, tra pubblico e privato, nella ricerca continua di una progettualità che porti organizzazioni piccole o grandi, territoriali o estese a livello comunitario, a collaborare per il bene pubblico.

Proprio tenendo a mente questa idea, Il Lions Club Barletta Host ha organizzato il Meeting InterClub sul tema “Bene Comune e Sussidiarietà  dall’Europa al Nord Barese. I Lions e la comunità locale”; da sempre infatti uno degli obiettivi del Lions Club International è stato quello di agevolare la collaborazioni tra privati e settore pubblico, alla ricerca di una soluzione che migliori lo status della società tutta, e questa volontà è stata ribadita da questo evento che ha visto partecipare le sezioni del Club di tutto il Nord Barese assieme ad Assimpro, i Club Unesco di Barletta e Bisceglie, l’Unitre di Barletta e il LEO Club di Barletta.

L’incontro dunque, avvenuto nella serata di giovedì, 27 novembre, ha avuto come filo conduttore le varie possibilità che si potrebbero intraprendere per dare un deciso cambio di direzione alla situazione attuale, attraverso la cooperazione tra enti di vario grado. Relatori di eccellenza per questo incontro, moderati dal giornalista Rai, dott. Leonardo Zellino,  sono stati l’ex presidente della Provincia Barletta-Andria-Trani, Francesco ventola, il quale ha ribadito più volte l’importanza che gli enti locali non perdano il contatto con la cittadinanza, come sta accadendo invece all’ente che fino ad un mese fa egli stesso presiedeva, e il prof. Ugo Villani, docente di Diritto Internazionale presso l’Università degli Studi di Bari e massima autorità per quanto riguarda il funzionamento e le funzioni delle istituzioni in campo internazionale ma soprattutto, in questa caso, comunitarie.

L’intervento del professore, infatti, tutto incentrato sul principio di sussidiarietà, presente nella nostra Costituzione e colonna portante dell’intera Unione Europea, ha sottolineato come l’idea di aiuto  tra i vari enti, grandi e piccoli, sia indispensabile per la corretta crescita della nostra economia.

L’auspicio dei lavori svoltisi nel corso della serata è dunque quello di vedere le amministrazioni locali, spesso immobili di fronte e reali opportunità di crescita, come già sottolineato in un precedente articolo, sappiano approfittare della varie opportunità di rilancio offerte dai numerosi bandi regionali, statali e comunitari, magari coadiuvate dalla società civile, di modo che si possa seriamente porre la parola fine alla crisi e cominciare a costruire un nuovo modello di società e amministrazione della cosa pubblica dalle macerie di quello precedente.

Invalid Displayed Gallery

 

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here