Basile: ‘Riqualificazione costiera per un mare pulito’

“I finanziamenti per la riqualificazione della costa vengano utilizzati interamente per rendere pulito il mare di Barletta”. E’ la proposta del Presidente della Commissione Lavori Pubblici del Comune di Barletta, Flavio Basile, capogruppo della lista civica di opposizione ‘Adesso Puoi’.

“E’ recente la notizia della definizione dei lavori che interesseranno la costa di Barletta previsti dall’Accordo di Programma sulla riqualificazione e rigenerazione dell’ambito territoriale costiero della Provincia di Barletta-Andria-Trani. Si tratta di interventi e fondi statali per 15 milioni di euro rivenienti dall’ultima Legge di Stabilità e che riguarderanno anche i vicini Comune di Bisceglie, Trani e Margherita di Savoia. Ebbene, come ben noto, Barletta da tempo combatte contro una ‘qualità delle acque’ non delle migliori. Una tematica sulla quale per troppi anni la politica del centrosinistra locale ha deciso di soprassedere, incapace di recuperare fondi utili necessari a cofinanziare la complessa e costosa opera di adeguamento della fognatura pluviale. Un’opera di estrema importanza per azzerare l’atavica problematica relativa ai canali di scarico, tra i principali fattori d’inquinamento delle acque marine perlopiù riferita al Canale H, nel tratto di costa della Litoranea di Ponente ‘Pietro Mennea’. Gli ultimi dati di Goletta Verde di Legambiente, infatti, rilevano acque fortemente inquinate proprio in zona ‘Foce canale di Ponente (via Luigi Dicuonzo)’, sulla base di un campionamento effettuato il 22 luglio scorso e delle analisi micro-biologiche compiute, registrando limiti superiori alla norma di enterococchi intestinali ed escherichia coli, pericolosi per i bagnanti. Su questa vicenda, ricordo che già in passato assieme ai colleghi capigruppo delle opposizioni, Damiani e Cefola, avevamo chiesto all’Amministrazione Cascella lo stanziamento del milione di euro circa necessario per fronteggiare quantomeno l’emergenza Canale H, ricevendo il mutismo della stessa Amministrazione. Come questa, anche altre Amministrazioni, sempre di centrosinistra, per troppi anni, hanno fatto orecchie da mercante forse per gli interessi di privati relativi ad eventuali espropri. Considerata la consistenza dei fondi di riqualificazione della costa ricevuti e la dotazione da parte del Comune di Barletta di uno studio di fattibilità per la nuova rete pluviale della città (pagato con i soldi dei cittadini contribuenti e che contempla lavori per più di 15 milioni di euro) chiedo all’Amministrazione di dirottare ogni risorsa dei fondi statali a disposizione verso la risoluzione di tali problematiche. Barletta è notoria in tutta la Puglia per l’eccessiva presenza canali. I soldi a disposizione e l’innovazione ci consentono finalmente di superare questa situazione di stallo che nuoce gravemente al mare di Barletta e alla salute dei cittadini ma che soprattutto non permette alla città di spiccare il volo dal punto di vista attrattivo e turistico”.

Flavio Basile – Presidente Commissione Lavori Pubblici Barletta e Capogruppo Adesso Puoi

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here