Siamo in costante contatto, 24 ore su 24, con il leader nazionale della Lega Matteo Salvini: è quotidianamente informato sulle dinamiche e i problemi di Barletta e questo testimonia l’ampiezza del nostro progetto, a fronte di tanti competitor con strategie limitate al locale”. Sono le parole di Flavio Basile, candidato sindaco della Lega a Barletta per il voto in programma domenica 10 giugno, quando la città della disfida sarà chiamata a rinnovare l’amministrazione comunale. “Quello con Salvini è un rapporto schietto e costante – rimarca Basile – nel quale Barletta riveste un tema centrale. I nostri interessi sono quelli della Lega, e le nostre priorità in città diventeranno le loro qualora i cittadini dovessero decidere di accordarmi fiducia nel ruolo di sindaco”.

Nel mirino di Basile c’è la distanza con i progetti degli altri candidati alla poltrona di primo cittadino di Barletta: “Nelle fila delle altre liste vedo tanti volti noti, che cercano di galleggiare cambiando ombrello politico o cavalcando l’onda lunga delle liste civiche, hanno stancato: sono enormi gruppi nei quali si fa fatica a riconoscere identità e programmi. Nei recenti confronti che abbiamo avuto di persona con Matteo Salvini abbiamo proprio voluto rimarcare questa linea – evidenzia il candidato sindaco – vogliamo che la forza della Lega nell’amministrazione di una città sia l’estrema sinergia con Roma”. Con una sottolineatura: “Personalmente, sono fiero di aver vissuto nove anni di opposizione e cinque anni di presidente della Commissione Lavori Pubblici, nei quali ho sbloccato questioni come quelle legate allo stadio “Puttilli”, alla zona 167, al cantiere di via Einaudi e al tavolo tecnico per salvare il Barletta Calcio, voluto forzatamente da me a 15 giorni dai termini per l’iscrizione al campionato. Il tutto nel segno dell’amore per la città e per la sua crescita. Ora mi sento pronto per amministrare Barletta, e questa sinergia con i vertici nazionali della Lega e Matteo Salvini, che si è impegnato a venire in città prima del voto del 10 giugno, saranno uno dei nostri punti di forza”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here