Barletta: weekend nero tra arresti e denunce

Violazione di sorveglianza speciale, spaccio e detenzione illegale di armi

A seguito del potenziamento dei servizi di controllo del territorio, il personale dipendente ha rintracciato il barlettano Lacavalla Luigi, pregiudicato di 48anni, risultava colpito da ordine di esecuzione per l’espiazione di 7 mesi e 25 giorni di reclusione in ordine al reato di violazione alla sorveglianza speciale, della p.s. emesso dalla Procura della Repubblica presso la corte di appello di Bari.
Inoltre il personale dipendente ha tratto in arresto nella flagranza di reato di spaccio di sostanze stupefacenti e inosservanza alla sorveglianza speciale della p.s. Dimiccoli Michele, pregiudicato barlettano di 31anni, sorvegliato speciale. Nello specifico, un’attività di osservazione per contrastare lo spaccio di droga, ha permesso di accertare che il predetto in via Madonna della Croce, dopo essere stato contattato da un giovane, gli cedeva qualcosa, e in cambio riceveva del denaro. All’immediato intervento degli agenti, i due soggetti si sono dileguati facendo perdere le loro tracce. Dopo una perquisizione domiciliare presso l’abitazione del Dimiccoli, gli agenti hanno rinvenuto lo stupefacente che l’uomo stava cedendo ad un altro acquirente mentre usciva dalla sua abitazione. Dopo le formalità è stato condotto presso le carceri di Trani.
E ancora, è stato rinvenuto occultato in una siepe un fucile calibro 12 di marca Bernardelli con le canne mozzate  ed il calciolo segato. L’arma aveva all’interno 2 cartucce di calibro 12, una della quali già esplosa. Diversi accertamenti hanno permesso di appurare che  la medesima arma era provento di un furto in una abitazione di Conversano, denunciata presso la stazione Carabinieri della stessa città. È stato denunciato l’ottantottenne incensurato R.N. per detenzione illegale di arma clandestina. Infatti,  all’interno della sua abitazione di corso Garibaldi, a seguito di perquisizione, è stato anche ritrovato un fucile doppietta di vecchia costruzione, privo di marca, modello e matricola.
Per il reato di porto illegale di arma è stato denunciato il barlettano A.F, incensurato 48 anni, trovato all’esterno della sua abitazione in possesso di una pistola comune da sparo marca Beretta calibro 6.35, completa di caricatore con all’interno 20 cartucce, per la quale era autorizzato per la sola detenzione.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here