I giovani talenti D’Ippolito, Rizzo e Minervini per il Barletta Piano Festival

barletta piano festival

Fanno quarantasette anni in tre. Pierluigi d’Ippolito e Anna Rizzo hanno appena quindici anni, Gaia Damiana Minervini diciassette. E oltre ad avere già un’avviata carriera concertistica, si sono imposti ad importanti concorsi. Sono le giovani speranze della tastiera sulle quali giovedì 26 luglio (ore 21), a Palazzo della Marra, si accenderanno i riflettori del Barletta Piano Festival organizzato dall’Associazione Mauro Giuliani nella Rete di musica d’arte Orfeo Futuro con la direzione artistica di Pasquale Iannone.

Proprio di Iannone sono tutti e tre allievi questi talenti emergenti degli ottantotto tasti, protagonisti della seconda delle tre finestre che il festival dedica alla «Meglio gioventù», vetrina riservata alle promesse del pianoforte, con particolare attenzione ai musicisti pugliesi. Lo sono D’Ippolito e Minervini, mentre Anna Rizzo proviene dalla Calabria.

Di grande fascino i programmi che i tre pianisti presentano al pubblico di Palazzo della Marra. Pierluigi d’Ippolito eseguirà la Sonata K332 di Mozart e «Orage» dal ciclo «Suisse» di «Première année». E Liszt, con la tarantella «Venezia e Napoli» dagli «Anni di pellegrinaggio», è stato scelto pure da Anna Rizzo, che aprirà la sua esibizione con la «Suite Bergamasque» di Debussy. Nell’interpretazione di Gaia Damiana Minervini si ascolteranno, infine, la Partita n. 2 di Bach e i Preludi op. 23 n. 6 e 7 di Rachmaninov.

Info 347.6194215. Biglietti 5 euro

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here