Barletta, Open Day di amici dei bambini

L’associazione Amici dei Bambini rinnova il tradizionale appuntamento con l’Open Day dedicato all’Adozione Internazionale: giunto alla sua quinta edizione, anche quest’anno si svolgerà nelle varie sedi Ai.Bi. in Italia. Sarà un momento di confronto e dibattito tra i principali “attori” dell’adozione internazionale: famiglie adottive, coppie in attesa e ragazzi adottati.

A Barletta l’appuntamento è per giovedì 6 luglio 2017 alle ore 19.00 nella sede di Ai.Bi. Barletta, Viale del Santuario 13.

Il tema centrale è “Famiglie perché non ci credete più? Insieme per rilanciare le adozioni internazionali”.

L’Open day 2017 nasce da chiare e indiscutibili premesse e “impellenze”: in un mondo che attualmente conta 140 milioni di minori orfani solo a causa dell’AIDS (Rapporto Unicef 2016) l’accoglienza di un bambino abbandonato è sempre più una necessità. Ogni anno sono circa 5 milioni i bambini abbandonati mentre calano drasticamente le adozioni.

In Italia, sono oltre 5 milioni e 430mila le coppie sposate eterosessuali senza figli eppure ogni anno sono circa 500 mila le coppie che si allontanano dall’idea di adottare un minore.

E’ dunque evidente che si assiste ad una vera e propria fuga delle famiglie dall’adozione internazionale quale conseguenza del grave disinteresse dei governi che, in questi ultimi 3 anni, hanno lasciato l’adozione internazionale abbandonata a se stessa; di campagne mediatiche diffamatorie con il prevalere di una cultura negativa dell’adozione internazionale; di iter adottivi troppo lunghi e difficili e fallimenti adottivi utilizzati come deterrente, sebbene i dati ci dicono che riguardano il 3% delle adozioni.

Il silenzio assoluto e assordante delle istituzioni e l’isolamento ha buttato nello sconforto famiglie, coppie adottive, coppie in attesa ed enti che ora, invece, potranno tornare ad avere risposte.

Proprio a loro, dunque, famiglie, coppie adottive, coppie in attesa, sarà dato spazio per confrontarsi, discutere e trovare insieme soluzioni alla crisi delle adozioni internazionali degli ultimi tre anni.

“Bisogna intervenire per salvare l’adozione internazionale – dice Marco Griffini, presidente di Ai.Bi. Amici dei Bambini – prima che sia troppo tardi. Urge un cambiamento culturale e una riforma delle adozioni internazionali fatta dalle famiglie per le famiglie: iter più brevi, aiuti alle famiglie, riduzione del numero degli enti e dei costi e gratuità, abolizione dei viaggi multipli e vacanze pre-adottive”. Questo è l’obiettivo che Ai.Bi si pone aprendo le strutture di Amici dei Bambini sul tutto il territorio italiano.

Un “porta aperte” per tutti coloro che desiderano aprire le porte della propria casa a un bambino abbandonato e trovare insieme soluzioni alla crisi delle adozioni internazionali degli ultimi tre anni.

 

PROGRAMMA:

  • Apertura
  • L’Adozione Internazionale oggi: le famiglie ci credono ancora? Cosa dicono i dati? – Lisa e Antonio Gorgoglione, famiglia coordinatrice Ai.Bi. Puglia

 

1° Momento. L’adozione è una cosa meravigliosa.

  • Il ruolo degli enti locali per un rilancio dell’accoglienza – Marcello Lanotte, Assessore alle Politiche Sociali – Comune di Barletta
  • Testimonianza di una famiglia adottiva – Elena e Pasquale Salvemini

2° Momento. Dibattito: salviamo l’adozione internazionale

  • Famiglie a confronto: un’agenda per il rilancio delle adozioni internazionali

Conclusione: Adottare oggi è ancora possibile! – Antonio Gorgoglione, coordinatore regionale Ai.Bi. Puglia

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here