Barletta, una nuova tappa per il monastero di San Ruggero

Monastero San Ruggero

Giovedì 23 febbraio 2017, a Barletta, nella Chiesa di San Ruggero, alle ore 17.00, durante una celebrazione eucaristica da lui presieduta, S.E. Mons. Giovan Battista Pichierri ufficializzerà l’erezione canonica del Monastero delle Benedettine di San Ruggero, che, dal 2015, era giuridicamente una fondazione proveniente del Monastero “Santa Maria delle Rose” di Sant’Angelo in Pontano (Macerata).

Nel mondo della vita consacrata e dei monasteri, in genere, la fondazione di nuove realtà monastiche  è possibile grazie alla disponibilità di un gruppo di monaci/monache a lasciare il monastero  di origine per trasferirsi in altro luogo al fine di fondarvene uno nuovo, che rimane in un certo qual modo dipendente giuridicamente dal primo. Quando però la nuova realtà raggiunge un congruo numero di monaci/monache e certi criteri di stabilità, questa diviene autonoma  – in termini tecnici – diviene ‘sui iuris’ , non più dipendente giuridicamente da quella di provenienza.

Il Monastero di San Ruggero, che nel tempo ha visto diminuire vistosamente il numero delle consacrate a tal punto da prospettarsene la chiusura,  a partire dal 2015, con l’ingresso di nuove monache provenienti dal Monastero Benedettino di Sant’Angelo in Pontano, ha iniziato un nuovo percorso di rinascita, dapprima dipendente da quello, ma ora in grado di divenire autonomo.

Pertanto, alla guida del Monastero vi sarà un’Abbadessa, non più una Priora, che verrà eletta nei prossimi mesi. L’erigendo Monastero sarà composto da 12 sorelle: 6 professe solenni, 4 professe temporanee e 2 novizie. Le  Monache che appartenevano alla precedente comunità sono 3, 5 quelle arrivate a luglio 2015 e 4 quelle arrivate in seguito al terremoto del 24 agosto e che hanno poi chiesto di stabilirsi qui.

“Sarà un ulteriore momento di lode al Signore  – dichiara Sr AnnaLucia, attuale Priora del Monastero di San Ruggero – che fa rivivere la Comunità, e ringrazieremo l’Abbadessa e la Comunità Monastica di Sant’Angelo in Pontano che saranno presenti. Vorremmo invitare sacerdoti, religiosi e il popolo di Dio che è a Barletta e in diocesi  a questo momento di grazia che vivremo il 23 febbraio”

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here