Rocco Dileo: “Sono finalmente iniziati i lavori delle Commissioni Consiliari permanenti, le vere “botteghe” dell’Amministrazione comunale in cui discutere e programmare gli interventi necessari per la città.Venerdì  è stata la volta della Commissione Lavori Pubblici di cui sono componente insieme ai colleghi Massimo Spinazzola, Antonio Divincenzo, Ruggiero Dicorato (Presidente) e Maria Angela Carone (Vicepresidente).

Si tratta di una Commissione dal ruolo profondamente attivo, che passa sia per un lavoro di programmazione degli interventi già in cantiere, sia attraverso un lavoro di squadra che richiede, invece, una funzione di proposta da parte di noi Consiglieri comunali. Garantire interventi puntuali e completi, che non siano solo specchietti per le allodole o occasioni in cui tagliare i nastri e ricevere applausi, sarà il nostro obiettivo. Consci delle attese dei cittadini e delle speranze da essi riposte nell’Amministrazione Cannito, siamo pronti a lavorare per garantire i frutti che l’albero cittadino è in grado di maturare.

La Commissione, riunitasi nella mattinata del 12 ottobre, ha ricapitolato, avvalendosi della presenza dell’Assessore ai Lavori Pubblici Gennaro Calabrese, gli interventi iniziati o già in programma che in questo primo periodo di attività amministrativa sono stati sbloccati o stanno per esserlo. A partire dai lavori per l’eliminazione dell’incrocio semaforico in via Foggia con la realizzazione di due rotatorie (via Foggia – via Regina Margherita – via De Nicola), sino agli interventi previsti per la Capitaneria di Porto e il Canale H, quelli riguardanti la scuola D’Azeglio, per la quale è stato dato il via libera dalla Soprintendenza, e lo Stadio Puttilli, cruccio di molti che vedono lì un luogo non solo dedicato allo sport, ma in generale alla socialità. Per fine ottobre, dovrebbe chiudersi il contratto che permetterà di procedere alla demolizione delle gradinate e garantire così un’agibilità parziale dello Stadio. Tra gli interventi che abbiamo messo sul tavolo, ricordo anche quello relativo al recupero del Trabucco, bene identitario di una comunità di origini marinare. E poi ancora, i lavori per la realizzazione dei sottopassi di via Andria e via Milano. Quest’ultimo, i cui lavori sono iniziati quasi in concomitanza a quelli di via Foggia, sarà dotato anche di ascensori.

Questi, tuttavia, sono interventi che partiranno e che dovranno essere attenzionati dalla Commissione Lavori Pubblici, la quale però è chiamata ad un ulteriore compito, quello di proposta. Sono stati presentati 27 progetti dall’Autorità Urbana sui quali non è stata avviata nessuna discussione, nessun tavolo di confronto politico. Noi siamo chiamati a fornire spunti che possano attivare procedure di intervento, coese e strutturate, da discutere in Consiglio comunale. Questa è la posizione che intendo assumere nei lavori in Commissione, un ruolo propositivo che confido sarà il segno identificativo di questa Commissione Consiliare.”

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here