Barletta, illustrato il Documento Preliminare Programmatico al Piano Urbanistico Generale

barletanews- piano programmatico

Ieri, presso la sala consiliare di Barletta, si è tenuto un incontro riguardante il Documento Preliminare Programmatico al Piano Urbanistico Generale.

All’evento, moderato dal giornalista Pino Curci, hanno partecipato l’Assessore alle Politiche per il Territorio Azzurra Pelle, l’ architetto progettista del PUG Nicola Fuzio e  Raffele Lopez, Presidente Società Italiane di Geologia  Ambientale/ sezione Puglia- Forum Salviamo il Paesaggio.

“Riteniamo- ha esordito l’Assessore Pelle-  che il miglior approccio con il Piano Urbanistico Generale possa essere la diretta conoscenza delle tematiche dell’urbanistica. Il 12 dicembre si è tenuto un incontro sui problemi legati allo sviluppo e all’economia del territorio, dopo soli tre giorni  possiamo già  leggere la pubblicazione dello stesso”. 

Il territorio di Barletta presenta da sempre molti punti problematici, come ad esempio la zona industriale che gravita sulla città, la presenza di aziende abbastanza importanti ed inquinanti e numerose fogne a cielo aperto. Al momento le premesse non sono molto consolatorie, la speranza è quella di aspettarsi un migliore migliore.

L’architetto Fuzio ha spiegato che  il Documento Programmatico Preliminare (DPP) si occupa anche di queste problematiche. Questi temi che non recano onore alla città di Barletta restano, oltre che nel DPP, anche nel Piano Urbanistico Generae.

Il documento programmatico preliminare, invece,  è giunto ad un punto di arrivo: la procedura prevede che il documento venga adottato dal consiglio comunale e che lo stesso debba essere posto ad un periodo di osservazione di circa 20 giorni.Questo periodo di osservazione è molto importante poiché permette che chiunque  possa giungere ad una edizione definitiva dello stesso. Nell’ormai lontano 2009  c’è stata la sua prima stesura che, con il trascorrere degli anni, data la lunga gestazione, ha subito degli inevitabili aggiornamenti. Questo è da considerarsi senza ombra di dubbio un traguardo importante, traguardo rafforzato dalla condivisione politica:la giunta ne ha fatto propri i contenuti. Al momento il Documento Programmatico Preliminare  è all’attenzione del Consiglio comunale,  manca poco all’apertura della fase delle osservazioni.

Barletta, hanno evidenziato gli studi, presenta una storia urbanistica importante. Tanti sono stati i temi da raccontare, e questi riguardano sia il passato urbanistico e sia le enormi peculiarità paesaggistiche. La città della Disfida, luogo estremamente dinamico, aveva fino a pochi giorni fa un Piano Urbanistico del lontano 1971. Passare da un piano degli anni Settanta ad uno attualissimo del 2017, comporta al suo interno un salto generazionale non indifferente, che la città deve affrontare.

I suggerimenti presenti nel Piano, però, non vogliono essere delle soluzioni definitive. L’augurio resta quello di aggiornarlo e migliorarlo sempre più.

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteCimitero, rese disponibili le nuove nicchie funerarie
Articolo successivoReddito di Dignità, Trevisi: “Si revisionino i meccanismi di accreditamento”
Sonia Tondolo
Sonia Tondolo classe 1993, consegue la maturità classica presso il Liceo Classico “A.Casardi” di Barletta. Prosegue gli studi umanistici laureandosi in Lettere moderne presso l’Università degli Studi di Bari “A.Moro”. È appassionata di letteratura e giornalismo e sta proseguendo il suo percorso di studi specializzandosi in giornalismo e cultura editoriale. Attualmente è redattrice di Barletta News e si occupa di attualità ed eventi cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here