Barletta Classic Music Festival, tre serate in programma a Palazzo della Marra

barletta classic music festival

L’Associazione Artistico Culturale Athenaeum, in collaborazione con il Comune di Barletta, organizza il Barletta Classic Music Festival, un evento che rientra nel cartellone dell’Estate Barlettana e comprende tre concerti che si svolgeranno nella splendida cornice di Palazzo della Marra, e che sono dedicati a differenti epoche della storia della musica. Aprirà il Festival giovedì 2 Agosto, alle 21,00 (porta 20,30) il Duo Pianistico Maria e Francesca Musti, noto a livello nazionale e internazionale, con un programma incentrato sulla musica del periodo strettamente definito “classico”, con brani dei maggiori compositori dell’epoca:  Franz Joseph Haydn, Muzio Clementi, autore di interessantissime Sonate tra cui quella op. 14 n.1 in Do maggiore proposta in concerto, Ludwig van Beethoven, che in gioventù ha composto una deliziosa Sonata rimasta unica, op. 6 in Re maggiore, per chiudere con un capolavoro assoluto di Wolfgang Amadeus Mozart, la Sonata in Re maggiore K 381.

A seguire, il giorno dopo (venerdì 3 Agosto) alla stessa ora,  la giovane e già affermata pianista Irene Ninno, riparte da Beethoven, con la brillante Sonata op. 11 in Si bemolle maggiore, per approdare ai capolavori dell’epoca romantica con i capolavori di Robert Schumann (la Novelletta op. 21) e di Franz Liszt (Studio Trascendentale in fa minore “Appassionata” e la Fantasia quasi sonata “Dopo una lettura di Dante”).

Martedì 7 Agosto, la chiusura del Festival con il chitarrista Ruggiero Tatò, allievo di grandi maestri come Oscar Ghiglia, Stefano Grondona e Senio Diaz, che spazierà dall’epoca rinascimentale e barocca con la Gagliarda di Francis Cutting e la Suite BWV 996 di Johann Sebastian Bach, per toccare l’epoca romantica con Niccolò Paganini, virtuoso di chitarra oltre che di violino, Fernando Sor, l’italiano Giulio Regondi, autore del delizioso Reverie op. 19, per arrivare al Novecento con Isaac Albèniz, Manuel de Falla e Augustin Barrios Mangorè.

L’ingresso agli eventi è gratuito.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here