È risaputo quanto la piantumazione di nuovi alberi in zone urbane, oltre a svolgere una funzione ornamentale di non poco conto, sia fondamentale per il benessere del nostro clima. A Barletta saranno presto piantati 15 nuovi alberi, dando vita ad un viale verde in una zona che al momento è in corso di identificazione. La piantumazione seguirà la messa a dimora di 20 alberi già piantati e ancora da piantare, grazie alle già numerose iniziative messe in campo in città nell’ambito della Festa dell’albero, in collaborazione con Legambiente. 
 
Si tratta dell’albero imperatrice, conosciuto anche come Kiri. Un esemplare molto particolare, quello della Paulownia tomentosa, questo il suo nome scientifico, per via delle sue capacità filtranti. L’albero imperatrice, infatti, non solo è in grado di ripulire l’aria, contribuendo alla diminuzione di CO2, ma anche di purificare il terreno nel quale viene piantato. Tali caratteristiche, combinate con la sua rapidissima crescita (arriva a sfiorare i 20 metri di altezza in soli tre anni di vita) e con i fiori lilla che ne tinteggiano la chioma in primavera, stanno rendendo il Kiri sempre più il simbolo della lotta al cambiamento climatico e alla tutela ambientale, missione a cui siamo tutti chiamati. 
 
Anche la politica, partecipando attivamente alla tutela dell’ambiente e del territorio in cui viviamo, sempre più compromesso dallo smog imperante, deve dare dei segnali, assolvendo ad un ruolo educativo in materia ambientale a cui spesso, invece, non ha saputo dar seguito. È proprio per questo che si rende necessario coinvolgere sempre di più le scuole, affinché siano i più piccoli a rispondere in modo corale alle nuove sfide ambientali del nostro tempo, come hanno fatto ieri mattina, radunandosi nei giardini De Nittis per la messa a dimora di due alberi di Biloba Ginkjo, e come faranno nei prossimi giorni.
 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here