Il prossimo sabato 1 settembre, alle 17:00, presso la Sala delle Esposizioni, all’interno dell’Infopoint turistico comunale di Trani, in piazza Trieste n. 8, si terrà una conferenza stampa di Autismo On The Road.

Un evento organizzato dalla Cooperativa Sociale S.I.V.O.L.A.-E.T.S. di Barletta, in collaborazione con la Turenum Pro Loco di Trani, nel corso del quale sarà presentato ufficialmente un progetto dal grande significato sociale intitolato Autismo On The Road

Nel corso della conferenza stampa saranno straordinariamente presenti alcuni ragazzi protagonisti del progetto che porteranno alcune loro considerazioni sull’esperienza che stanno vivendo nel contesto di questa particolarissima iniziativa. 

Interverranno alla conferenza stampa la dottoressa Erica Lacerenza, Psicologa Psicoterapeuta e analista del comportamento, che introdurrà come nasce la cooperativa, come si sono uniti i due modelli di riferimento con la creazione del progetto Autismo On The Road. Il progetto stesso di Autismo On The Road sarà presentato dal dottor Fabio Cardone, psicologo e psicoterapeuta, con un focus sugli scopi del progetto, nato per abbattere gli stereotipi, favorire l’autonomia ed il senso di efficacia, stimolando i ragazzi ad andare in giro; la dottoressa Floriana Doronzo, progettista educativa, illustrerà quali sono gli aspetti di comunicazione e di risposta del territorio al progetto e della valenza culturale dello stesso.

Tutta l’equipe tecnica responsabile delle terapie e dei progetti ha sentito la necessità di una fuoriuscita dall’involucro relazionale e terapico in cui i ragazzi si sentono comodi. In questo senso, la grande motivazione che spinge la cooperativa a mettersi in marcia è la creazione di una cultura sull’autismo che vada oltre le narrazioni sensazionalistiche e semplicistiche offerte dal mercato culturale.

 Il progetto Autismo On The Road

Autismo on the road è un progetto itinerante che prende per mano sette ragazzi con autismo ad alto funzionamento e diagnosi di Asperger e li accompagna ad uscire dalla struttura del centro riabilitativo. La terza agenzia di socializzazione, dopo la famiglia e la scuola, diventa la strada. Insieme si vola, si guida, si prende un treno e si visitano le città più belle della regione, la Puglia, ripercorrendo storicamente l’arte, la geografia, ma anche la cucina, coinvolgendo le strutture ricettive alberghiere del territorio. La sensibilizzazione è a doppio senso: l’autistico rispetto all’organizzazione sociale e la società rispetto all’organizzazione autistica.

Il progetto nasce dall’esigenza di coinvolgere i protagonisti in attività cooperative e culturali, fuori dal centro di terapia, attraversando varie città pugliesi in macchina o in treno. Gli obiettivi sociali sono due:

  • abbattere lo stereotipo creando una cultura dell’autismo basata sull’osservazione e sull’interazione
  • far sviluppare a ognuno l’autonomia e la competenza sociale rispetto alle proprie attitudini

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here