Asl bt avvia le procedure di recupero per le esenzioni ticket non spettanti

Asl Bt

La Asl Bt ha avviato le procedure di recupero ticket per le prestazioni sanitarie usufruite in esenzione da reddito non spettante per gli anni 2013-2014-2015.

Sono circa 9mila gli inviti al pagamento che saranno spediti in questi giorni dalla Asl Bt a seguito dei controlli effettuati dal Mef (Ministero dell’Economia e delle Finanze) e inviati alla Asl: il recupero dei ticket riguarda i singoli e i nuclei familiari che per gli anni 2013-2014 e 2015 hanno usufruito di esenzione ticket per prestazioni sanitarie sulla base di autocertificazione per reddito non veritiera (la situazione reddituale considerata è sempre quella relativa all’anno precedente). 

Il diritto all’esenzione per reddito, infatti, è previsto dalla normativa nazionale vigente per alcune condizioni personali e sociali associate a determinate situazioni reddituali.

L’assistito esente per reddito può effettuare, senza alcuna partecipazione al costo (ticket), tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche ambulatoriali garantite dal Servizio sanitario nazionale, necessarie ed appropriate alla propria condizione di salute.

Hanno diritto all’esenzione per reddito – così come stabilito dal Ministero della Salute –  i cittadini che appartengono alle categorie che seguono (Legge 537/1993 e successive modificazioni – art. 8, comma 16).

Categorie di esenti

(CODICE E01): Cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito annuo complessivo non superiore a 36.151,98 euro.

(CODICE E02): Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico. 

(CODICE E03): Titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico.

(CODICE E04): Titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant’anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here