Arrestato marocchino per furto nel centro commerciale

Nel pomeriggio di ieri, Personale della Dipendente Volante, interveniva presso il centro commerciale “La Mongolfiera” di Barletta, in quanto personale della sicurezza addetta all’antitaccheggio aveva avvertito il responsabile dell’Ipercoop che vi era un extracomunitario intento a rubare merce dagli scaffali. Il responsabile dell’Ipercoop notata la presenza della volante nel parcheggio dell’ipermercato notiziava immediatamente gli agenti che bloccavano l’extracomunitario subito dopo che costui superasse l’uscita senza acquisti. L’uomo identificato per Chentoubi Youssef di anni 26 , cittadino marocchino, il quale e’ risultato residente a Castelfranco dell’Emilia, appena bloccato veniva sottoposto a perquisizione personale, durante la quale veniva trovato in possesso di due paia di scarpe, una di marca “Adidas” e l’altra di marca “Le coq sportif”; inoltre, veniva trovato in possesso di una maglietta di marca “Lotto”, il tutto celato all’interno di uno zainetto di marca “Be original”, anche quest’ultimo rubato dagli scaffali, del valore di circa 250,00 euro.

Il direttore dell’ipermercato riferiva che l’extracomunitario, dopo aver preso tutta la merce suindicata e celata nello zainetto entrava in un camerino, tagliava con una tronchesina il dispositivo antitaccheggio, per poi allontanarsi frettolosamente verso l’uscita,ma veniva bloccato immediatamente dagli agenti.
Per meglio comprendere la posizione del citato extracomunitario, questi veniva condotti presso il Commissariato e dagli accertamenti esperiti emergeva che lo stesso risultava avere numerosi precedenti anche specifici, nonche’ risultava colpito dalla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Castelfranco dell’Emilia (MO).
Si rappresenta che l’extracomunitario Chentoubi Youssef era stato scarcerato in data 14.08.2014 dalla casa circondariale di Rimini per analoghi episodi e per tali motivi veniva sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Castelfranco dell’Emilia suo luogo di residenza.

Dopo gli accertamenti di rito e dopo aver dato notizia di quanto accaduto al sost. Proc. della procura di Trani dr. Simona Merra, Chentoubi Youssef veniva tratto in arresto nella flagranza di reato di furto aggravato, nonche’ segnalato all’AG competente per la violazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora. Di quanto accaduto, come da disposizione di legge venivano messe a conoscenza dei fatti le autorità consolari del Marocco.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here