Arrestato il colpevole della rapina in banca dello scorso dicembre

Senza titolo-1Il personale di Polizia Giudiziaria del Commissariato di polizia, in collaborazione con il personale del Commissariato di Trani, ha tratto in arresto il pregiudicato tranese Lomolino Emanuele, di anni 25, resosi responsabile, nel dicembre 2013, del reato di rapina aggravata in danno della banca Unicredit – filiale di Barletta, ubicata in via Enrico Fermi.

Immediatamente dopo la rapina, il personale di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Barletta acquisiva i filmati del sistema di video-sorveglianza a circuito chiuso installato presso la banca, Dalla visione dei filmati, gli investigatore hanno constatato che il rapinatore, vestito con indumenti dai colori sgargianti, si era affacciato al bussolotto d’ingresso nel tentativo di entrare in banca; questo prima tentativo non è tuttavia andato a buon fine poiché, a causa del gran numero di persone presenti in quel momento nella banca, il rapinatore ha dapprima rinunciato per poi, successivamente, approfittare dell’uscita di un cliente per introdursi all’i9nterno della banca, calandosi un paio di collant da donna sul viso, non prima però che venisse immortalato dalle telecamere a viso scoperto.

Una volta all’interno della banca, si è diretto verso l’unico sportello operativo dove, minacciando l’impiegato con un taglierino, si è fatto consegnare dal cassiere la somma di euro 1500. Effettuata la rapina, ha obbligato il cassiere stesso a seguirlo fino all’uscita per guadagnarsi, impunito, la fuga.

I filmati così acquisiti hanno consentito agli investigatori di identificare nel rapinatore in questione la persona di Lomolino Emanuele, già sorvegliato speciale della Polizia, identificazione suffragata anche dal riconoscimento effettuato dalla Polizia Giudiziaria del Commissariato di Trani, a cui i colleghi barlettani avevano inviato i filmati della rapina.

Su richiesta del P.M. dott. Michele Ruggiero, titolare delle indagini, e del G.I.P. dott. Francesco Zecchillo, è stato emesse il provvedimento di custodia cautelare in carcere ca cari del suddetto Lomolino, che è stato catturato dagli investigatori i quali, dopo le formalità di rito, lo hanno associato presso la casa circondariale di Trani.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here