Arrestato dalla Polizia pregiudicato andriese

Ieri pomeriggio , personale Squadra investigativa, collaborato da personale del Commissariato di Andria ha sottoposto a fermo di P.G. LISO Riccardo, di anni 36 andriese, pluripregiudicato, responsabile dei reati di ricettazione, tentata estorsione e resistenza a P.U.

In particolare mentre un cittadino formalizzava in questi Uffici la denuncia di furto della sua autovettura Volkswagen Polo, presso la sua abitazione ignoto chiamava sul numero fisso la moglie chiedendo un “caffè” per la restituzione della stessa. Un operatore di Polizia si fingeva il proprietario dell’auto rubata che consentiva di prendere tempo e di predisporre un servizio di P.G. che permetteva di recuperare l’auto rubata e di individuare il LISO quale autore del “Cavallo di ritorno”. Bloccato in un primo momento, riusciva, strattonando uno degli operatori, a divincolarsi ed a guadagnare la fuga scavalcando il new jersey e correndo contromano sulla SS 170 mettendo a repentaglio la propria incolumità e quella degli inseguitori nonchè degli automobilisti in transito.

LISO Riccardo, veniva ininterrottamente ricercato in Andria nelle zone da lui frequentate, fino alle ore 13:45 al termine di un incessante appostamento nei pressi della sua abitazione, costui una volta individuato presso la sua abitazione tentava una ulteriore fuga scavalcando da una finestra posta sul retro di casa sua portandosi sui tetti di un’atra abitazione attigua ma veniva notato dagli agenti che avevano circondato l’isolato arrestandolo.
L’operazione di P.G. portava comunque al sequestro dell’autovettura, un’Alfa Romeo 147 intestata a sua madre, del cellulare da cui erano partite le telefonate estorsive ed al mazzo di chiavi di casa che gli cadeva dalle tasche. Al termine delle formalità di rito, LISO Riccardo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Trani a disposizione dell’A.G. competente.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here