Approvato in Giunta il Programma Triennale dei lavori pubblici 2015-2017

Si è svolta oggi a Palazzo di Città una riunione straordinaria della Giunta comunale per l’esame e l’approvazione di una delibera riguardante l’adozione dello schema del Programma Triennale dei lavori pubblici 2015-2017 e del relativo Piano annuale 2015. L’Amministrazione potrà così da una parte procedere alle correlate scadenze del bilancio di previsione per il 2015, dall’altro cogliere ogni condizione per candidare progetti ai bandi attuativi del Programma Operativo che la Regione Puglia dovesse emanare, nella fase conclusiva della attuale programmazione e in vista della nuova 2014-2020, a favore di iniziative di “sviluppo territoriale” e di “sviluppo urbano sostenibile”.

In continuità con il Programma triennale degli investimenti comunali 2014-2016, la nuova configurazione di schema cerca di rispondere alle necessità e ai bisogni primari della comunità in termini dinamici e flessibili, accogliendo le proposte progettuali finanziariamente sostenibili che potranno di volta in volta contribuire a migliorare i servizi, a incrementare la qualità dell’ambiente e del paesaggio e a mettere in sicurezza il patrimonio.

E’ stato, in particolare, tracciato l’assetto di due grandi ambiti territoriali della città e della sua infrastrutturazione, con interventi che partono dall’adeguamento della rete pluviale e dei relativi scarichi a mare.

Il primo ambito riguarda la messa in sicurezza e il recupero dell’area che collega il centro storico al mare, a partire dalla prosecuzione dell’intervento sulle Mura del Carmine annesse al bastione del Paraticchio, così da prevedere una più sicura e organizzata discesa a mare e favorire la ricostituzione di aree a parco urbano nel più complessivo disegno di valorizzazione del patrimonio urbanistico consolidato della città.

L’altro importante ambito d’intervento è stato individuato a cavallo della ferrovia dove, grazie all’avvio del programma per la soppressione e il superamento di tutti i passaggi a livello, si potrà puntare al ricongiungimento delle due parti di città con la riqualificazione e la integrazione urbanistica delle nuove aree, assicurando maggiore fluidità e rapidità negli spostamenti. A ciò si aggiunge la riconversione dell’ex Tribunale come polo della sicurezza comprendente gli uffici del Giudice di Pace e del Comando dei Vigili Urbani. La messa in sicurezza dei beni storico-artistici come i conventi di S. Antonio e S. Lucia e degli edifici dell’area dell’ex Distilleria completeranno l’ambito degli interventi.

I progetti del programma triennale saranno oggetto di un monitoraggio continuo e di una costante revisione, per un aggiornamento anche delle priorità strategica, di cui si darà puntualmente e tempestivamente conto al Consiglio comunale.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here