Drenaggio fondale Porto di Barletta, Caracciolo: “Il Porto è motore per l’economia del territorio”

“Finalmente ci siamo. – commenta Filippo Caracciolo – In data odierna il Comitato Tecnico Amministrativo del Provveditorato Interregionale alle OO.PP. per la Puglia, la Campania, la Basilicata ed il Molise, ha approvato all’unanimità il progetto dei lavori di manutenzione dei fondali del Porto di Barletta per il ripristino della profondità operativa di 8 metri all’imboccatura”.

“Si tratta dell’ultimo parere tecnico, prima dell’avvio della procedura di appalto che, dovrebbe partire entro la fine dell’anno.
Questo importante traguardo – continua Filippo Caracciolo – è stato raggiungo dopo la Conferenza di Servizi tenutasi in Provincia il 12 Dicembre 2014 e seguito dalla Conferenza Stampa del 7 Maggio scorso, presso il Palazzo di Città a Barletta alla presenza del sindaco di Barletta Pasquale Cascella, il presidente della Provincia BAT Francesco Spina, il dirigente del settore Ambiente della Provincia Vito Bruno, il Presidente dell’Autorità Portuale del Levante Francesco Mariani, il Segretario Generale dell’Autorità Portuale ing. Mario Mega,ed il comandante del Porto di Barletta Pierpaolo Pallotti”

“Ci accingiamo a concludere positivamente un iter lungo e complesso, che permetterà di migliorare le capacità e le potenzialità del Porto di Barletta, motore per l’economia del territorio. Il costo complessivo dell’opera – continua Filippo Caracciolo – è di  € 2.800.000,00  stanziati dall’Autorità Portuale. Ad oggi l’accesso al Porto di Barletta è limitato ad imbarcazioni di 6.000 tonnellate mentre, a seguito dell’intervento di manutenzione dei fondali per il ripristino delle quote preesistenti, potrà ospitare imbarcazioni sino ad un massimo di 10.000 tonnellate”.

“Ho seguito personalmente tutti i passaggi che hanno portato a questo risultato – continua Filippo Caracciolo – coordinando gli enti coinvolti, dimostrando grande interesse verso la crescita del territorio, da parte delle istituzioni”.

“Auspico – conclude Filippo Caracciolo- che l’avvio dei lavori di dragaggio si attivino in tempi celeri al fine non solo di valorizzare ma anche potenziare il Porto di Barletta permettendo un incremento del traffico portuale, in prospettiva di una crescita economica e turistica della città”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here