Appaltati i lavori di potenziamento dell’impianto di depurazione

 Eccellente la qualità delle acque campionate

Una specifica attività di video ispezione del tratto a mare della condotta dell’impianto dei reflui depurati sarà compiuta entro i prossimi 30 giorni. Lo ha comunicato il responsabile della Direzione Servizi Tecnici dell’Acquedotto Pugliese raccogliendo la preoccupazione espressa nell’incontro del 17 aprile scorso dell’Amministrazione comunale di Barletta circa l’effettivo stato di conservazione della condotta sottomarina a seguito di alcune segnalazioni di organi di stampa. Nella stessa comunicazione, l’Acquedotto dà conto dell’ultima attività di rilevamento e di video ispezione commissionata  in base alla quale “la condotta non presenterebbe rotture o perdite sia lungo il tratto a mare sia lungo quello a terra”.

Saranno compiute nuove verifiche anche rispetto ai risultati della “Classificazione delle acque di balneazione per la stagione 2014”, vale a dire dei campionamenti e delle analisi effettuate dall’ARPA Puglia, Provincia di Barletta Andria Trani, in vista della stagione balneare, registrati nella Deliberazione della Giunta Regionale Pugliese n. 489 del 18 marzo 2014 (vedi PDF allegato) in base ai quali sarebbe “eccellente” la qualità delle acque di balneazione “nei tratti campionati lungo il litorale di Barletta, tra cui anche il tratto costiero più prossimo allo scarico dell’impianto di depurazione”.

Procedono, intanto, le attività propedeutiche alla fase di appalto dei lavori per il potenziamento dell’impianto di depurazione. È stata infatti pubblicata la procedura di gara per l’appalto dei lavori – la documentazione è visionabile al link – che consentirà di adeguare il depuratore alle norme vigenti in materia ambientale e di sicurezza, ammodernando anche gli impianti elettrici. L’Acquedotto Pugliese assumerà anche la gestione della condotta sottomarina non appena si sarà dato inizio agli interventi di manutenzione straordinaria, la cui consegna è prevista entro settembre 2014.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here