Aperta la stagione congressuale della FLP Beni Culturali

Il sindacato in difesa degli operatori della Cultura

Sindacato 1La Federazione Lavoratori Pubblici – Beni Attività Culturali (FLP-BAC) ha dato l’avvio alla stagione congressuale durante la quale saranno celebrati, in tutta Italia, i congressi aziendali e territoriali finalizzati alla scelta dei delegati per il 2° Congresso Nazionale del settore Beni Culturali.

Nella nostra Provincia venerdì 11 si sono svolti a Trani, presso la sala convegni del Castello, presenti il Vice Segretario Nazionale e Segretario Regionale rag. Pasquale Nardone e quello Provinciale Michele Grimaldi, i congressi aziendali relativi agli iscritti della Sezione di Archivio di Stato di Barletta e Trani, del Castello di Trani, Castel del Monte, Antiquarium Canne della Battaglia, Centro Operativo archeologico di Canosa di Puglia e Museo Nazionale “Jatta” di Ruvo di Puglia.

Nell’aprire i lavori congressuali il Segretario Regionale Nardone ha tenuto a sottolineare come l’Organizzazione Sindacale FLP-BAC nei cinque anni trascorsi dal 1° Congresso Nazionale si è adoperata per ribadire e rendere ancora più efficace l’azione sindacale al fianco dei lavoratori del settore Beni Culturali per tutelarne i loro diritti professionali sempre più svalutati e messi a  rischio, cercando nel contempo di adoperarsi nella maniera più piena per il ripristino delle corrette relazioni sindacali, con richieste specifiche in materia di rinnovi contrattuali già tutelati dal vigente CCIM e disattese dall’Amministrazione a seguito di pareri dei vari Ministri economici.

Inoltre Nardone ha portato all’attenzione dell’Assemblea il resoconto del recente incontro che il Segretario Nazionale dott. Rinaldo Satolli, con i rappresentanti delle altre Organizzazioni Sindacali, ha avuto con il Ministro Franceschini. In quella occasione il massimo esponente della FLP ha ribadito “l’assoluta ed improrogabile necessità di metter mano alla riforma del Ministero e rinnovare i contratti dei dipendenti pubblici che ormai da tempo subiscono una penalizzazione pesantissima in materia di retribuzioni”.

Lo stesso Satolli in una lettera circolare giunta a tutti gli iscritti e ai Dirigenti della FLP-BACT ha tenuto a precisare che “ …Ci presentiamo a questo nuovo appuntamento, orgogliosi dei risultati raggiunti ma consapevoli che la profonda e persistente depressione economica che pesa sul Paese, impone la perseverante ricerca degli strumenti più idonei a contrastarne i devastanti effetti. Un’organizzazione sindacale autonoma che intenda svolgere appieno il proprio ruolo deve, perciò, essere in grado di contestualizzare la propria azione, tutelare la propria indipendenza senza mai sottrarsi al dialogo e al confronto… Auspico, dunque, che questa lunga ed impegnativa assise congressuale possa rappresentare per ciascuno di noi occasione di riflessione e di crescita nella prospettiva di un’ampia condivisione dei valori che formano da sempre la nostra attività a tutela dei lavoratori”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here