Ancora un altro passo nella lotta alla Trasparenza di Aldo Musti

cascella

Continua la lotta contro la mancanza di Trasparenza nella Pubblica Amministrazione intentata dall’imprenditore barlettano Aldo Musti, che con una nuova lettera, indirizzata a Ruggiero Marzocca, Presidente della Commissione Controllo e Garanzia, in cui si richiede una nuova convocazione della stessa per risolvere finalmente la questione delle tavole sparite dal P.R.G. riguardanti l’area di Via dei Muratori. Di seguito il testo integrale della lettera:

Preg.mo Presidente della Commissione “Controllo e Garanzia”

Faccio seguito alla Commissione Consiliare “Controllo e Garanzia”, monotematica, del 23 luglio 2014, avente per oggetto una mia istanza del 3 luglio c.a., inviata al sig. Sindaco, alla Giunta ed ai sigg. Consiglieri tutti.

  • Preso atto, testualmente dal verbale n. 68 di suddetta Commissione consiliare, che: “… tra i compiti e le funzioni della suddetta commissione è quella di controllo e garanzia al fine di verificare la correttezza dell’iter procedurale nel rispetto del principio di legalità e della trasparenza amministrativa”.
  • Tenuto conto che il binomio “legalità/trasparenza” è molto caro al ns. Sindaco, alla Giunta e all’intero Consiglio comunale, tanto da dedicare lo scorso 25 novembre c.a. “GIORNATA DELLA TRASPARENZA”, al fine di promuovere azioni di sensibilizzazioni e di rapporto collaborativo con la società civile, su tematiche di interesse generale e sensibili per l’opinione pubblica.
  • Considerato che oggetto della mia suddetta istanza è il “non rispetto delle regole” nella procedura di adeguamento del vigente P.R.G. alla L.R. n. 56/80. In particolare, la “discordanza” tra le tavole grafiche depositate e approvate dalla Regione Puglia, rispetto a quelle adottate dal Consiglio Comunale.
  • Ritenuto che suddetta discordanza è palesemente illegittima, oltre che foriera di gravi pregiudizi per me e per lo stesso Comune di Barletta, considerato che allo stato pendono diversi contenziosi che mi vedono “consorte”, ovvero dalla stessa parte, con il Comune di Barletta contro alcuni cittadini, aventi per oggetto, proprio, le “discordanze” delle previsioni urbanistiche del Vigente PRG di Barletta.
  • Preso altresì atto che la Commissione il 23 luglio 2014, dopo aver discusso sul punto, ha ritenuto opportuno un approfondimento della questione alla presenza degli Assessori e Dirigenti competenti al fine di conoscere lo stato dell’iter procedurale alla luce di quanto da me esposto.
  • Tenuto conto che il sito comunale, alla sezione: Commissione consiliare “Controllo e Garanzia”, non riporta nessuna convocazione consequenziale alla suddetta Commissione del 23 luglio 2014.
  • Ritenuto che, se quanto da me esposto risultasse non infondato, sarebbe ragionevole ipotizzare la nullità, almeno parziale, del vigente strumento urbanistico comunale.

Trasmetto

Al signor Sindaco e a Lei, signor Presidente della Commissione consiliare “Controllo e Garanzia”, una consulenza tecnica, che riporta la seguente conclusione: “…Da quanto su indicato le suddette discrasie raffigurano una procedura messa in atto dal Comune di Barletta, per la variante inerente l’adeguamento alla Legge Regionale Puglia n. 56/80 del P.R.G. comunale, in palese difformità con le procedure previste dall’art. 16 della stessa Legge Regionale Puglia n. 56/80…”.

Auspico

Che la Commissione Consiliare “Controllo e Garanzia”, tenuto conto dell’importanza della questione, d’altronde, alle porte del nuovo P.U.G. della Città di Barletta, eserciti i suoi compiti e le sue funzioni, ovvero quella di controllo e garanzia al fine di ripristinare il corretto iter procedurale nel rispetto del principio di legalità e della trasparenza amministrativa”. In primis, convochi la Commissione Consiliare “Controllo e Garanzia”, consequenziale alla seduta in oggetto del 23 luglio 2014.

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here