Ampliamento Manzi–Chiapulin: parere favorevole della Commissione comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo

C’è il parere favorevole della Commissione comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo per l’ampliamento della capienza dell’impianto sportivo “Manzi – Chiapulin”, in via dei Mandorli.

La documentazione del progetto definitivo, già approvato dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Bari, dal CONI regionale e dalla ASL/BAT 1, è stata esaminata dalla Commissione, presieduta dal Comandante della Polizia Locale col. Savino Filannino, riunitasi questa mattina presso il comando dei Vigili Urbani alla presenza dell’assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzioni arch. Maria Antonietta Dimatteo, del progettista ing. Antonio Sasso, del presidente del CONI Puglia ing. Elio Sannicandro, del dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza dott. Luciano Diprisco e dei tecnici competenti.

Con il nuovo progetto la capienza dell’impianto sarà elevata dagli attuali 376 spettatori a 1038, suddivisi in 273 per il settore ospiti e 765 per i locali, tenendo conto di alcune prescrizioni riguardanti in particolare – dopo gli incidenti dello scorso anno che avevano fatto venir meno le autorizzazioni all’agibilità dell’impianto per il campionato dilettantistico di calcio – il controllo e la sicurezza del pubblico sugli spalti, la sistemazione delle aree urbane comprese tra via degli Ulivi e via Giacomo Frank e la realizzazione di ingressi differenziati.

Nelle more del completamento degli interventi in atto allo stadio “Puttilli”, sarà dunque possibile usufruire della struttura del “Manzi-Chiapulin”, adeguata alle attuali norme sulla sicurezza in materia di impiantistica sportiva, in tempo utile per la nuova stagione di Eccellenza calcistica, campionato in cui è impegnata la squadra con i colori della città. I primi interventi, previsti nel programma triennale dei Lavori Pubblici 2016/2018, saranno comunque funzionali per l’utilizzazione della struttura polivalente da parte delle associazioni sportive.

 

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here