L’ambulatorio popolare dichiara guerra alle barriere architettoniche

A Barletta molte associazioni che si occupano di volontariato, tra cui l’Ambulatorio popolare di Barletta – OdV, hanno chiesto al Comune la concessione in comodato gratuito del piano cantinato dell’edificio che ospita la scuola elementare Massimo D’Azeglio, al fine di potervi realizzare la “Cittadella del volontariato”: un luogo per l’intera comunità, soprattutto per le sue fasce più deboli, uno spazio di socializzazione per la condivisione di progetti e valori comuni al servizio dell’intero territorio.

Questo immobile è stato preferito ad altri poiché per la sua posizione nel centro cittadino, per le sue caratteristiche e per le sue dimensioni, meglio si presterebbe ad accogliere tutte le associazioni e a stimolare nuove e virtuose forme di cooperazione. Infatti le associazioni, affrancate dalle spese di affitto delle relative sedi e beneficiando del confronto quotidiano che sicuramente scaturirebbe dalla condivisione di un medesimo luogo, si troverebbero nella situazione ideale per migliorare e potenziare i preziosi servizi che già erogano, gratuitamente, in molteplici e svariati settori: dalla tutela delle persone più deboli, alla protezione dell’ambiente e degli animali, alla promozione e valorizzazione sociale e culturale dei singoli, della comunità e del territorio. Quel luogo è stato preferito rispetto ad altri anche per un’altra importantissima ragione: l’accessibilità per le persone con disabilità, e l’assenza di quelle barriere architettoniche che molto spesso mortificano la mobilità delle persone portatrici di disabilità e ne pregiudicano la partecipazione alle varie attività associative, mutualistiche e sociali, come accade nel caso della sede dell’Ambulatorio popolare di Barletta, in via d’Abundo n. 24 per la sua segretaria Rosa De Candia.

Quest’ultima, infatti, come vediamo nel video, per accedere alla sede dell’Ambulatorio deve superare due rampe di scale in sedia a rotelle, in assenza della possibilità economica di trasferire altrove la sede stessa, come ci spiega il presidente dell’Ambulatorio Popolare di Barletta, Cosimo D. Matteucci, intervistato dal giornalista Gianluca Rotunno.

Durante l’intervista è stata anche raccolta la testimonianza della diretta interessata: Rosa De Candia, attivista nonché segretaria dell’Ambulatorio Popolare, che ha rivolto un accorato appello al Sindaco di Barletta affinché venga concesso quell’immobile per la realizzazione della Cittadella del Volontariato, priva di qualsiasi barriera architettonica.

Per la realizzazione di questo progetto tutte le associazioni aderenti si ritroveranno in assemblea pubblica e aperta la prossima domenica 1 settembre alle 18:30 ai Giardini de Nittis, nei pressi del murale dedicato ai Fratelli Vitrani.
Il progetto è pubblico, accessibile al link che segue:
https://drive.google.com/file/d/1pR_XBynTM_rF4mBv5Kiz8fPpY07lVWT8/view?fbclid=IwAR0LytvyzSmSGqNbDuxuJFJY-MlA8hrbFND9KEaCyyAXXsLnfnmVX2Y-bYM,
è aperto a tutte le associazioni rientranti nel perimetro del Codice del Terzo settore e le adesioni possono essere comunicate al n. 327/6992552.

Di seguito le associazioni che hanno già aderito al progetto:

  • Ambulatorio popolare di Barletta OdV – Cosimo D. Matteucci
  • ASD E CULTURALE “I Coronati di Ferrante D’aragona – Carmine Dellaquila
  • Fra storia e natura – Enrica Cinzia d’Auria
  • Gran Concerto Bandistico Città di Barletta – Petruzzelli Savino, Alessandro Ragno
  • Se non ora, quando? – Giuliana Damato Annabella Corsini
  • ENS Barletta – Davide Dimatteo
  • Associazione Beni Comuni – Gigi Cappabianca
  • “Ctg Leontine” – Antonella Edvige Larosa
  • “Annuciteve a seggie” – Giovanni Ferrini Tobia Dimonte
  • Dico No! Barbara Fortunato
  • Volontari Save the Children Barletta-Andria-Trani Martina Dibenedetto Anna Rosa Cianci
  • Artisticamente Maristella Capozza
  • Wolakota Ugo Brugo Barletta
  • APS cooltour Giuseppe Beep Fascilla
  • #vivimisenzapaura Ruggiero Lasala
  • A.L.M.A. Onlus Sarcina Concetta
  • Forum Salute & Ambiente Sandra Parente
  • Associazione Mirabilia Onlus Licia Divincenzo
  • FIDAS Sez Barletta donatori sangue Savio Soldano
  • Centro per la famiglia – Grazia Corcella
  • Osservatorio Giulia e Rossella Centro Antiviolenza Onlus I.S. – Laura Pasquino
  • ARGES Onlus – Ester Alfarano
  • Associazione Nazionale Carabinieri di Barletta – Salvatore Barile
  • ANGSA BAT – Francesco Delvecchio
  • Guardie zoofile Oipa Italia per la prov. BAT, Coordinatore Luca Capasso
  • Touring Club Italiano, Luciana Doronzo
  • AUFIDUS – Associazione d’Informazione Turistica Michele Cantatore
    https://www.youtube.com/watch?v=a4jL3_Fw1wg

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here