Ambiente e cultura della Provincia nel progetto “Mi piace un SAC!”

Si è svolto,  nel parco archeologico di San Leucio a Canosa di Puglia, il primo dei tre appuntamenti del progetto “mi piace un SAC!” (sistema ambientale e culturale terre diomedee) promosso dalla Provincia di Barletta – Andria – Trani. Il progetto nasce, dalla necessità di creare un sistema tra beni di rilevante pregio culturale ed ambientale, al fine di rafforzare l’attrattività, la fruizione la valorizzazione del territorio. Per diffondere le finalità progettuali e per coinvolgere attivamente il territorio viene attivato un laboratorio, con l’obiettivo di stimolare la partecipazione attiva e diretta di tutti i soggetti delle comunità locali.

I beni oggetto del SAC sono: Il sistema aree archeologiche di Canosa di Puglia, il parco archeologico e museo degli Ipogei di Trinitapoli, Castel del Monte,  il Castello di Trani, il museo civico etnografico di San Ferdinando, il museo storico della salina, il parco archeologico e antiquarium di Canne,  le fontane storiche di Spinazzola, il Castello di Bisceglie e il museo civico archeologico di Minervino Murge.

Il laboratorio svoltosi sotto la professionale supervisione del dott. Gelao Andrea e del dott. Congedo Fedele ha visto un cospicuo numero di partecipanti, tra le diverse associazioni erano presenti la Fondazione archeologica Canosina onlus, la Pro Loco di Canosa di Puglia, l’assessorato alla cultura, l’ufficio cultura di Canosa di Puglia, il responsabile della gestione del Museo dei vescovi, l’azienda agricola Del Vento di Canosa di Puglia, l’istituto di istruzione secondaria “R. Lotti” di Andria, la cooperativa provinciale onlus, il servizio Bat accounting, lo sportello Bat Europa e l’associazione “le terre di Federico”. Il laboratorio è stato diviso in due momenti ben distinti: nel primo si è svolta la mappatura in cui, i vari soggetti e associazioni presenti, dichiaravano ciò che sarebbero stati in grado di offrire al sistema Sac e cosa, questi, poteva offrire in risposta alle loro necessità; nel secondo momento, invece, ci si è dedicati a fare rete, ovvero sono state vagliate le diverse proposte operative che vedranno connesse le varie associazione ed enti. Ne è scaturita una mappa embrionale, pretesto per formare una possibile rete di connessioni tra le diverse associazioni. I prossimi appuntamenti, a cui tutti i cittadini e le diverse associazioni sono invitati a prendere parte, si svolgeranno il 10 luglio presso la sala Innocenzo XII di Spinazzola e il 17 luglio presso il Castello Svevo di Trani.

«Sicuramente una bella iniziativa di coinvolgimento per  tutti gli attori del nostro territorio che operano in ambito culturale ed ambientale – ha esordito l’Assessore alle Politiche Attive del Lavoro, Politiche Scolastiche e della Pubblica Istruzione, Formazione Professionale, Rapporti con le Associazioni Provinciali Giovanni Patruno -. Attori protagonisti che meritano sicuramente un plauso per il loro impegno e la dedizione. Tra questi non posso non citare la fondazione archeologica Canosina onlus , gestore dei tanti siti archeologici nostrani, e la Proloco Cittadina che nei giorni scorsi ha organizzato in maniera perfetta la manifestazione “Puglia tipica”. Continua la nostra mission che ha come scopo quello di mettere in rete, sia virtualmente che fattivamente, tutti quegli attori che ormai da tempo si “spendono” per il nostro territorio sia in ambito ambientale che culturale e a cui la provincia di Barletta – Andria – Trani non farà mai mancare il proprio apporto – ha concluso l’Assessore Patruno -.»

Invalid Displayed Gallery

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here