Allerta meteo arancione in Puglia diramata dalla Protezione Civile

meteo

Un sistema perturbato atlantico causerà allerta meteo ancora per oggi e per domani sulla nostra penisola e in Puglia, estendendo l’attività temporalesca ed intensificando la ventilazione anche sulle regioni del centro Italia. A partire dalla giornata di ieri 26 agosto e per le successive 24-36 ore (per la giornata del 27 agosto e presumibilmente per parte del 28 agosto) sono previste precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Puglia settentrionale, con quantitativi cumulati moderati, puntualmente elevati specie sui settori garganici. Da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori con quantitativi cumulati deboli o puntualmente moderati nelle zone interne. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Il Centro Funzionale Decentrato ha valutato a partire dalla mattinata di domani 26 agosto e per le successive 24-36 ore un’ALLERTA ARANCIONE per rischio idrogeologico localizzato e per temporali sulla Puglia Settentrionale e un’ALLERTA GIALLA per temporali e rischio idrogeologico localizzato sulle restanti zone della regione.

Il Centro Funzionale e la Sala Operativa monitoreranno gli eventi fornendo aggiornamenti in merito all’evoluzione della situazione meteo e degli effetti al suolo.

La Sezione Protezione Civile invita ad attenersi alle norme di autoprotezione (per ulteriori indicazioni clicca qui).

Ricordiamo che:

“È fondamentale sapere che il termine “allerta gialla” riassume uno scenario di evento che prevede allagamenti di sottopassi, rigurgiti fognari, ma anche fenomeni critici, ma localizzati, come frane, piene improvvise e colate rapide. Così come “allerta arancione” sta a significare che, in aggiunta ai precedenti, gli eventi previsti potrebbero provocare in maniera diffusa, fenomeni di inondazioni e di frane e colate in contesti geologici critici, mentre quella “rossa” prevede che inondazioni e frane siano numerose e di maggiore entità ed estensione. Per ciascuno dei tre scenari sussiste il pericolo, da occasionale a grave, per la sicurezza delle persone”

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here