Da lunedì 21 a sabato 26 maggio l’Italia è attraversata da messaggi portati da camion-vela che ricordano, in 100 Province italiane, che con l’aborto muore sempre almeno un essere umano.

Il manifesto, che mostra l’immagine di un feto di 11 settimane, con i relativi dettagli scientifici, ha sfilato per le vie delle città della Puglia, per sensibilizzare le coscienze dei cittadini sulla problematica dell’aborto a 40 anni dall’approvazione della legge 194/78 (22 Maggio 1978).

L’iniziativa ha già attraversato ben trenta città della Puglia tra cui Barletta, Andria, Trani e Bisceglie.

Un’immagine semplice che ci interroga per capire se ciò che viene indicata come una soluzione indolore per tutti, non sia invece un dramma per la madre mancata, per il nuovo bimbo che non nasce e per la società che perde una ricchezza che sta arrivando.

L’iniziativa porta con sé l’auspicio che si torni a parlare dell’importanza della vita umana, fin dal concepimento, per aiutare chi, anche tra le difficoltà, ha deciso di portare avanti il progetto più grande che è quello di aiutare a donare una vita al mondo intero.

All’iniziativa, promossa dall’associazione onlus “Notizie ProVita”, hanno aderito alcune associazioni locali e singoli cittadini.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here