A vederli all’aeroporto di Bari, tutti, proprio tutti i volti  dei sedici studenti dell’Archimede, in partenza il 7 agosto con volo diretto per Londra, irraggianti gioia, commozione, entusiasmo, eppure dispieganti tante aspettative, così prorompenti  tali da essere più espressivi delle stesse parole pur necessarie (tra saluti, raccomandazioni dei genitori, inviti alla prudenza, a telefonare ogni giorno ….) in un contesto del genere per un’esperienza di quasi un mese in Inghilterra (torneranno in Italia il 4 settembre).

Andati lì per il  progetto Pon di alternanza scuola lavoro “Improving English and working”  (AVVISO 9901 DEL 20/04/2018 FSE Potenziamento dei percorsi di alternanza scuola-lavoro – Seconda edizione – misura 10.6.6B-FSEPON-PU-2019-67 Formazione in situazione), annunciato a sorpresa circa due mesi fa dalla dirigente scolastica professoressa Anna Ventafridda, che, una volta pronunciati i nominativi dei prescelti, prima di poter comunicare loro i  dettagli progettuali, ha dovuto attendere la conclusione dei  salti di contentezza ed esultanza. Una reazione quella da attendersi da chi per la prima volta ha la possibilità di varcare i confini nazionali verso un mondo del tutto sconosciuto, meta di tanti nostri giovani per vacanze studio, per lavoro, insomma per soddisfare la sete di fare esperienze nuove e conoscere mondi inediti.

I ragazzi dell’Archimede, selezionati nelle terze, quarte e quinte delle sedi di Barletta e Andria, sono  lì – quattro i docenti tutor: Corrado Cardone, Giacomo Caporusso, Marco Landriscina, Lucia Piccolo, che si alterneranno due per volta – per realizzare percorsi di alternanza scuola lavoro presso attestate  aziende londinesi operanti nel campo della moda, ottica e manutenzione impianti elettrici ed elettronici;  ma anche per, soprattutto nei fine settimana, escursioni e  visite guidate nella metropoli britannica e fuori di essa. E, elemento per niente irrilevante, trasversale nelle diverse fasi e altresì oggetto di studio e approfondimento: la lingua inglese!

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here