85° anniversario del monumento ai caduti (1929-2014)

piazza caduti resistenza

Una mostra rievocativa fotografica e documentaria: aperture speciali e visite gratuite per tutte le scuole fino a domenica 16 novembre nella galleria d’arte contemporanea “Artema” in via Sant’Antonio 5

Prosegue fino a domenica 16 novembre la Mostra rievocativa fotografica e documentaria sull’85° anniversario del Monumento ai Caduti della Grande Guerra (1929-2014) promosse a cura del Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia in partenariato con Anmig (Associazione Nazionale Mutilati Invalidi di guerra) e Anpdi (Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia) nell’ambito delle iniziative per il centenario del primo conflitto mondiale in tutto il Paese.
La rassegna è curata in collaborazione con l’Archivio di Stato di Bari – Sezione di Barletta e si avvale della speciale consulenza del funzionario Michele Grimaldi, con inedite immagini fotografiche d’epoca, filmati dell’Istituto Luce e documenti conservati nei fondi archivistici del Comune di Barletta a testimoniare il lungo cammino percorso fin dalle fasi precedenti all’inaugurazione del “Monumento ai Figli di Barletta caduti nella Grande Guerra” solennemente avvenuta il 18 marzo 1929 nell’omonima piazza, col racconto sulla storia del luogo attraverso le varie epoche e denominazioni.
Durante il secondo conflitto mondiale, nel 1943, il fregio ornamentale di bronzo eseguito dallo scultore napoletano Raffaele Ferrara venne donato alla Patria come metallo per armamenti, e da allora si discute tutt’oggi sull’opportunità o meno del suo ripristino nella Piazza divenuta l’ombelico di Barletta, dunque sempre al centro della vita cittadina come pure del dibattito sulle questioni urbanistiche, architettoniche ed ambientali ad essa collegate nell’attualità.
La mostra è stata inaugurata martedì 4 novembre nella Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate in contemporanea alla diffusione del centesimo annullo filatelico speciale usato a Barletta dal 1961 (a cura di Poste Italiane) raffigurante il Monumento sulla cartolina celebrativa emessa a tiratura limitata in occasione delle iniziative.
Nei prossimi giorni e fino alla conclusione, sono state previste aperture speciali e visite gratuite per tutte le Scuole cittadine e del Territorio presso la sede espositiva contattando telefonicamente la Galleria d’arte contemporanea “Artema”, via Sant’Antonio 5, al numero 328 903 1592 con prenotazione obbligatoria, tutti i giorni negli orari 10,30-12,30 e 18,30-20,30.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here