Una sola “cabina di regia” contro sprechi di denaro e dispersioni di competenze per valorizzare Canne della Battaglia a 360 gradi. Questa la proposta del Volontariato alla politica barlettana in dirittura d’arrivo sulle ormai prossime elezioni comunali di domenica 10 giugno.

C’era tutta la storicità del passato: mai accaduto prima che in campagna elettorale Canne della Battaglia, famosa nel mondo per la celebre vittoria di Annibale contrapposta alla speculare durissima sconfitta di Roma, diventasse il luogo del confronto per la politica di Barletta ormai in dirittura d’arrivo sul voto di domenica prossima 10 giugno.

Ma c’è stata anche l’attualità del presente e del futuro: a sessant’anni dall’ inaugurazione dell’ Antiquarium con l’intervento di Aldo Moro (1958) e a distanza di ben 81 anni dall’ acquisto della Cittadella avvenuto il 26 giugno 1937 con il suo inserimento nel patrimonio demaniale del Comune di Barletta annessi e connessi, l’iniziativa del Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia, quale organizzazione di volontariato e dunque portavoce delle tante altre voci finora rimaste inascoltate, ha avuto luogo come preannunciato negli spazi verdi della storica stazioncina sulla linea ferroviaria Barletta-Spinazzola come Base Logistica e Punto Informazione Turistica gestiti dal 2002 quale struttura sussidiaria ed integrata al sistema territoriale direttamente dal Volontariato attivo sul Territorio.

Re-connect Cannae”. Lo scopo è stato ufficialmente dichiarato: riconnettere Canne della Battaglia al Territorio nella ricchezza dei suoi molteplici aspetti, ben oltre l’archeologia. Tema appassionante. Assenti tutti gli altri, ai candidati Sindaco Mino Cannito (coalizione del Buon Governo) e Carmine Doronzo (coalizione civica) il presidente del Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia, il giornalista Nino Vinella, ha illustrato la posizione del Volontariato sulle questioni: attivare una sola e competente “cabina di regia” riconducibile a specifica delega del Sindaco in funzione esecutiva multidisciplinare con Enti e Soggetti istituzionali (Provincia, Regione, Gruppo Ferrovie Italiane, Mibact, Autostrade Spa, Anas, Associazioni di categoria e di Volontariato, etc) quale strumento atto a valorizzare nella sua complessa unitarietà territoriale ogni singola risorsa ivi esistente (attività produttive, agricoltura, viabilità stradale e ferroviaria, logistica dei trasporti, accoglienza, archeologia, ambiente e paesaggio) come parte integrante del tessuto socio-economico e geografico cittadino.

Carmine Doronzo e Mino Cannito hanno confermato ai microfoni della diretta facebook seguita sui social tutta la propria personale attenzione recependo la complessiva proposta del Volontariato e impegnandosi ad attivare le necessarie procedure dopo il voto.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here