167, per il centro destra la gara d’appalto non vede ancora una conclusione

Che la nuova 167 rappresentasse oramai il fallimento politico del centro sinistra di questi anni è cosa ben nota all’intera città e alla stessa classe politica, anche all’amministrazione attuale che non riesce in alcun modo a dare risposte serie e concrete alla situazione che vede ancora l’intera zona isolata dal resto della città con gravi disagi per le numerose famiglie che oramai ci vivono da diverso tempo.

Tra le questione che ancora oggi non trovano una risposta concreta da parte dell’Amministrazione comunale vi è la vicenda della gara d’appalto per le opere di urbanizzazione primaria nella nuova 167, bandita con grave ritardo e colpa dall’amministrazione Maffei nel ottobre del 2011, oggi a distanza di tre anni la stessa gara non vede ancora una sua conclusione. L’unica cosa certa è che nel gennaio di quest’anno è stata fatta una aggiudicazione provvisoria alla prima ditta classificata ma a distanza di 10 mesi tarda a venire l’aggiudicazione definitiva della stessa con grave ritardo visto che, di norma, tra l’aggiudicazione provvisoria e quella definitiva trascorrono massimo 90 giorni. Come mai questo grave ritardo a discapito dei cittadini ? Quali le motivazioni ?

Come forze politiche di opposizione poniamo questi ed altri quesiti in una interrogazione urgente al Sindaco affinchè le procedure di gara a norma delle leggi vigenti in materia di Lavori Pubblici si concludano in tempi celeri. Inoltre, riveste carattere di importanza e chiarezza per i cittadini come anche di trasparenza amministrativa, conoscere quali sono stati i pareri degli Enti pubblici preposti al rilascio delle autorizzazioni, interpellati dal Comune di Barletta, in merito alla progettazione delle opere previste dalla ditta prima classificata.Non possiamo più aspettare ! Un altro inverno è arrivato, il pagamento delle Tasse anche, ma la gente in cambio non ha quei servizi necessari per una degna vivibilità.

Gruppi Consiliari centro destra Barletta

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here