Premio Strega 2017: ecco la cinquina finale

Ieri sera, a casa Bellonci, a Roma, è stata proclamata la cinquina che concorrerà alla finalissima del Premio Strega 2017.

Il giorno dopo la proclamazione del Premio Strega Giovani 2017, con  281 è stato confermato il romanzo di Paolo Cognetti,  Le otto montagne, che guida la cinquina del Premio Strega 2017.

Al secondo posto, con 177 voti il romanzo di Teresa Ciabatti, La più amata (Mondadori) che ha avuto 177 voti; al terzo Wanda Marasco con La compagnia delle anime finte (Neri Pozza), con 175 voti. Il quarto e il quinto posto rispettivamente con 160 e 158 voti sono di  Alberto Rollo con Un’educazione milanese (Manni) e di  Matteo Nucci con E‘ giusto obbedire alla notte (Ponte alle Grazie).

Il seggio è stato presieduto dal vincitore del Premio Strega 2016, Edoardo Albinati. Questa è stata la prima edizione dello Strega senza il compianto Tullio De Mauro,  Presidente della Fondazione Bellonci e del Comitato direttivo del premio dal 2007 al 2016. Quest’anno è stato deciso di allargare la giuria che decreterà il vincitore:sui  660 aventi diritto al voto hanno espresso  preferenze in 532, per una percentuale totale di oltre l’80%. Le schede nulle sono state due. 

Fuori dalla cinquina: Chiara Marchelli, con 125 preferenze per Le notti blu (Perrone), Ferruccio Parazzoli, con 122 per Amici per paura (SEM), Marco Ferrante, con 111 per Gin tonic a occhi chiusi (Giunti),  Marco Rossari, con 100 per Le cento vite di Nemesio (e/o), Nicola Ravera Rafele, con 96 per Il senso della lotta (Fandango Libri), Monaldi&Sorti, con 74 per Malaparte. Morte come me (Baldini&Castoldi) e Vanni Santoni, con 62 per La stanza profonda (Laterza).

Il vincitore del Premio Strega 2017 verrà decretato il prossimo giovedì 6 luglio: la serata si svolgerà  al Ninfeo di Villa Giulia.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here