Centro Autismo Territoriale, Emiliano: “Tutti i CAT saranno attivi entro il 10 maggio”

“All’inizio del mio mandato una delle prime azioni fatte è stata la convocazione del Tavolo regionale sull’autismo. In quella occasione ho incontrato tanti genitori di ragazzi autistici e da amministratore pubblico ho ritenuto che non era più tollerabile assistere a tanta difficoltà e differenza nell’accesso ai servizi e alle terapie per il superamento del disturbo dell’autismo. Abbiamo dunque lavorato insieme alle associazioni, il Tavolo si è riunito più volte e ora, in occasione della giornata mondiale dell’autismo, il 2 aprile, mi fa enorme piacere ricordare a tutti i pugliesi che entro il 10 maggio saranno aperti e funzionanti, uno per ciascuna ASL, i CAT, i centri autismo territoriali. Un presidio fondamentale per il territorio previsto dal Regolamento regionale (Rete assistenziale territoriale sanitaria e sociosanitaria per i Disturbi dello Spettro autistico. Definizione del fabbisogno e dei requisiti organizzativi, tecnologici e strutturali) nell’ottica dell’intervento integrato con l’ospedale, con la scuola e con la rete dei servizi pediatrici. Stiamo quindi raggiungendo risultati importanti ma è necessario che il tavolo tecnico operi in maniera permanente per garantire il più possibile all’utenza livelli uniformi di assistenza su tutto il territorio regionale”.

Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano nell’annunciare, in occasione della Giornata mondiale dell’autismo (domenica 2 aprile), le date di avvio dei Centri autismo territoriali delle ASL pugliesi.

In particolare questa mattina, alle ore 11.00, sarà inaugurato il Cat della Asl di Brindisi con la partecipazione del direttore del Dipartimento Politiche della salute e del benessere sociale della Regione Puglia, Giancarlo Ruscitti, e il direttore generale della Asl Brindisi Giuseppe Pasqualone.

Queste invece le date di apertura dei Centri autismo territoriali delle altre Asl pugliesi:

Asl Lecce – dal 10 aprile

Asl Bari – già attivo dal 28 marzo

Asl Taranto – già attivo dal 24 aprile

Asl Bt – già attivo

Asl Foggia – attivo entro il 10 maggio

 Brevi note su quanto la Regione Puglia ha realizzato fino ad ora

La Regione Puglia è tra le prime regioni italiane ad aver dato attuazione alla legge nazionale 18 agosto 2015, n.134 “Disposizioni in materia di diagnosi, cura e abilitazione delle persone con disturbi dello spettro autistico (ASD) e di assistenza alle famiglie”.

Il TAVOLO REGIONALE PER L’AUTISMO, previsto dalla delibera n. 805 del 5 maggio del 2004, oltre che dalle Linee guida per l’Autismo (approvate in Puglia il 2 agosto del 2013) si è insediato il 16 giugno del 2014. Tra i compiti del Tavolo quello di monitorare lo stato di attuazione delle Linee Guida,

Le LINEE GUIDA regionali dispongono che in ogni ASL siano costituite équipe dedicate agli ASD Età Evolutiva ed Adulti, individuando le figure professionali che fanno parte delle équipe, che dovranno essere formate e costantemente aggiornate sugli approcci metodologici e scientifici validati EBM, e fornendo indicazioni a supporto del raccordo con la rete dei servizi pediatrici, dell’integrazione operativa con la scuola, con i servizi sanitari accreditati, con i servizi sociosanitari e sociali e dell’intervento integrato territorio-ospedale

 Nel REGOLAMENTO REGIONALE 8 luglio 2016 n. 9 “Rete assistenziale territoriale sanitaria e sociosanitaria per i Disturbi dello Spettro autistico. Definizione del fabbisogno e dei requisiti organizzativi, tecnologici e strutturali”, si ribadisce la necessità che in ogni ASL sia attivo almeno 1 CAT (centro Autismo territoriale) che svolga i compiti previsti dal Regolamento e sia dotato dell’organico in esso previsto, con personale ricompreso nei piani aziendali delle assunzioni. E’ possibile che nel CAT operi personale full time o part time, purché venga garantito per ciascuna figura professionale il monte ore complessivo previsto nel Regolamento.

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here